Archivi del mese: luglio 2018

CR7 patteggia col fisco


CR7 patteggia col fisco, multa 18.8 milioni

A portoghese anche 2 anni condonati per ammissione colpevolezza

articolo completo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/07/26/cr7-patteggia-col-fisco-multa-18.8-mln_bd888069-5d2c-4954-a8c8-7a9bac109865.html

La Agenzia delle Entrate spagnola, comunemente chiamata Hacienda, ha accettato la proposta di rientro, e quindi ‘conciliazione’, di Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese neo-juventino verserà 18,8 milioni di euro nelle casse dello Stato spagnolo e sarà condannato a 2 anni di carcere……. continua a leggere

27 luglio 1993 – 25 anni dalla strage di via Palestro


La strage di via Palestro è stato un attentato terroristico compiuto da Cosa nostra a Milano la sera del 27 luglio 1993

Vittime

  • Carlo La Catena, vigile del fuoco permanente
  • Alessandro Ferrari, vigile urbano
  • Driss Moussafir, cittadino del Marocco, 44 anni
  • Sergio Pasotto, vigile del fuoco permanente
  • Stefano Picerno, vigile del fuoco permanente

Milano, 25 anni dalla strage di via Palestro: letture, musiche e testimonianze per non dimenticare

articolo completo: http://milano.repubblica.it/cronaca/2018/07/27/news/via_palestro_commemorazione_25_anni_strage_il_programma_milano-202730894/

Milano ricorda la sera in cui fu colpita al cuore, il 27 luglio 1993, quando un’autobomba in via Palestro uccise cinque persone, ne ferì molte altre e devastò il Padiglione d’arte contemporanea insieme a tutta la zona circostante. In occasione del 25° anniversario dalla strage, oggi al Pac giornata di commemorazione con il sindaco Giuseppe Sala e la vicesindaco Anna Scavuzzo che hanno deposto le corone. Ancora una volta il primo cittadino ha voluto sottolineare che la vicenda processuale resta ancora lontana dalla conclusione:  “E’ ancora molto lontana da una conclusione almeno accettabile per Milano. Sono stati individuati gli esecutori materiali, ma i mandanti? E’ chiara la verita’ storica, ma ancora in ombra quella sui singoli. Ed e’ inaccettabile che dopo 25 anni non ci sia ancora piena luce sulla strage di via Palestro. E’ una sconfitta per una Milano vittoriosa in questo momento” continua a leggere

27 luglio 1993 ore 23,14 … ancoro tritolo di mafia…e non solo. Tg3 Fabrizio Feo

F1: Gp Ungheria triste……….


articolo: http://www.ansa.it/sito/photogallery/primopiano/2018/07/26/f1-gp-ungheria-triste-ferrari-in-lutto-per-marchionne_5dcf86de-beb6-417c-93c8-6d05bfeec022.html

F1: Gp Ungheria: la Ferrari in lutto per Marchionne

F1: Gp Ungheria triste, Ferrari in lutto per Marchionne ©

Calendario Serie A 2017-18


http://www.ansa.it/documents/1532620272894_CalendarioSerieA_orari_giornate.pdf

Il Calendario della Serie A 2018-19 STAMPA © ANSA/Ansa

Calendario giornata per giornata premi il logo oppure il link qui sotto

Link: http://calendario.legaseriea.it

 

SERIE A 2018/2019 – 
1. Finestre di gara – Le gare di ogni giornata del Campionato di Serie A 2018/2019 si disputano, come regola generale, nei seguenti giorni e orari:
sabato ore 15.00 (1 anticipo)
 sabato ore 18.00 (1 anticipo)
 sabato ore 20.30 (1 anticipo)
 domenica ore 12.30 (1 anticipo)
 domenica ore 15.00 (3 gare)
 domenica ore 18.00 (1 posticipo)
 domenica ore 20.30 (1 posticipo)
 lunedì ore 20.30 (1 posticipo)

I turni infrasettimanali in programma nella 6a giornata di andata (26 settembre 2018) e nella 11a giornata di ritorno (3 aprile 2019) si disputano mercoledì con inizio alle ore 21.00 (6 gare), con un anticipo martedì alle ore 21.00, un anticipo mercoledì alle ore 19.00, un posticipo giovedì alle ore 21.00 e, in alternativa tra loro, un anticipo martedì alle ore 19.00 o un posticipo giovedì alle ore 19.00

Sky e Dazn, partite serie A: come vederle? premere il link qui sotto 

https://www.corriere.it/tecnologia/18_luglio_26/sky-dazn-partite-serie-a-come-vederle-avete-chiesto-google-ve-spieghiamo-noi-26d0cb2e-90b7-11e8-bee6-2347460b1b21.shtml

  • Dove vedere sulla Tv: 

– Sabato
ore 15.00 = Sky
ore 18.00 = Sky
ore 20.30 = Dazn
– Domenica
ore 12.30 = Dazn
ore 15.00 = due partite, una su Sky e una su Dazn
ore 18.00 = Sky
ore 20.30 = Sky
– Lunedì
ore 20.30 = Sky

  • Vedere Dazn sulla tv

Con Sky Q
Con Smart Tv (Lg, Samsung e Sony. Compatibile anche con Android Tv)
Con Apple Tv
Con ChromeCast
Con Amazon Fire Tv o Amazon Fire Tv Stick
Con le console Xbox (One, S o One X) e PlayStation 3 e 4

E’ morto Sergio Marchionne, l’uomo che cambiò il destino della Fiat.


articolo completo:  http://www.repubblica.it/economia/2018/07/25/news/e_morto_sergio_marchionne-202614191/

L’ex ad della Fca era ricoverato a Zurigo dal 27 giugno per un intervento alla spalla. Sabato scorso i consigli di amministrazione hanno nominato il suo successore. Il presidente di Exor: “L’uomo e l’amico se n’è andato”

Sergio Marchionne, 1952-2018

E’ morto questa mattina a Zurigo l’ex amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne.

Era arrivato a Fca nel 2003, come consigliere di amministrazione. Avrebbe assunto la carica di ad l’anno successivo. “Perdiamo due milioni di euro al giorno, la situazione non è semplice”, aveva constatato. La rinascita di Fca dopo la rottura del patto con Gm e la restituzione dei debiti alle banche, è stato il suo primo successo. ……… continua a leggere

Fonte : https://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Marchionne

Sergio Marchionne (Chieti, 17 giugno 1952 – Zurigo, 25 luglio 2018) è stato un dirigente d’azienda italiano naturalizzato canadese.

L’ingresso nel Gruppo FIAT

Ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione del Lingotto dal 2003 su designazione di Umberto Agnelli. Per le sue doti dimostrate nella SGS, in seguito alla morte di Umberto Agnelli e alle dimissioni dell’amministratore delegato Giuseppe Morchio che aveva lasciato l’azienda dopo il rifiuto della famiglia Agnelli di affidargli anche la carica di presidente, Sergio Marchionne viene nominato dal 1º giugno 2004 Amministratore delegato del gruppo FIAT, in seguito denominata Fiat Group Automobiles. Dopo alcuni contrasti con il dirigente austriaco Herbert Demel, nel 2005 assume anche la guida dell’allora Fiat Auto, in prima persona. Da aprile 2006 a settembre 2013 è stato Presidente di CNH Global, azienda che operava nel settore delle macchine agricole e per le costruzioni. A giugno 2009 ha assunto la carica di Amministratore Delegato di Chrysler Group ora FCA US. A maggio 2010 è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione di Exor S.p.A. Ha ricoperto inoltre la carica di Presidente di Fiat Industrial S.p.A. da gennaio 2011, a seguito della scissione del Gruppo Fiat, fino al settembre 2013 quando si fuse con la CNH Global, dando vita alla CNH Industrial, di cui diventa Presidente.

Durante l’amministrazione Marchionne, il gruppo lancia nuovi modelli, tra cui l’Alfa 159, la Fiat Nuova 500, la Grande Punto, l’auto più venduta in Italia nel 2006 e nel 2007. Durante la sua gestione, il titolo FIAT è passato da un minimo prossimo ai € 4 del 2005 ai € 23 del luglio 2007, per declinare poi a € 13 (comprensivo anche dello spin-off delle attività industriali, conferite in Fiat Industrial SpA), e scendere a 3,944 € nell’aprile 2012.

Nel 2012 era risultato essere il manager più pagato in Italia, tra le società italiane allora quotate in Piazza Affari (come a.d. di Fiat S.p.A. e Presidente di Fiat Industrial) con compensi monetari per 7,4 milioni di euro e azioni gratuite («stock grant») assegnate all’inizio del 2012 in base al piano di incentivazione 2009-2011, che il giorno dell’assegnazione valevano 40,7 milioni. Per la carica di a.d. dell’allora Chrysler non aveva percepito alcun compenso.

Risultati immagini per Sergio Marchionne

La presidenza della Ferrari

Il 13 ottobre 2014 ha sostituito Luca Cordero di Montezemolo alla presidenza della Ferrari N.V. e Ferrari S.p.A., carica detenuta fino al 21 luglio 2018

La morte – Il 26 giugno 2018, Marchionne fa la sua ultima apparizione in pubblico a Roma, presenziando alla consegna di una Jeep Wrangler all’Arma dei Carabinieri e pronunciando un discorso circa i dazi degli Stati Uniti di Donald Trump. Il giorno dopo viene ricoverato allo Universitätsspital di Zurigo per un problema alla spalla destra per il quale doveva essere operato. Nelle settimane successive le sue condizioni di salute peggiorano, a tal punto che il 21 luglio viene sostituito nel ruolo di amministratore delegato di FCA da Michael Manley e di Ferrari da Louis Carey Camilleri; lo stesso giorno il Gruppo FCA e John Elkann rendono note le gravi condizioni cliniche di Marchionne. Muore la mattina del 25 luglio all’età di 66 anni

Addio a Sergio Marchionne, cordoglio e preoccupazione tra gli operai di Mirafiori

Incendi ad Atene, si temono cento morti. Giallo sulle cause, il governo sospetta azione dolosa – Repubblica.it


Due focolai a Nord-Est della capitale greca, oltre 550 feriti, 16 bambini gravi. Ventisei delle vittime a Mati: “L’insediamento non esiste più”. Migliaia in fuga verso il mare. Alcune persone ritrovate morte abbracciate in spiaggia. Dichiarati tre giorni di lutto nazionale. Ignote le cause dei roghi ma il governo greco sospetta fortemente che siano di natura dolosa. La Farnesina sta verificando l’eventuale coinvolgimento di cittadini italiani
— Leggi su www.repubblica.it/esteri/2018/07/23/news/emergenza_incendi_ad_atene_4_morti_migliaia_in_fuga-202512040/

Tappa del Tour bloccata per la protesta degli agricoltori: lancio di lacrimogeni – Repubblica.it


A 190 chilometri dall’arrivo della 16/a tappa del Tour de France di ciclismo, in corso fra Carcassonne e Bagnères de Luchon e lunga 218 chilometri, una protesta di sedicenti agricoltori ha fermato la corsa. E’ dovuta intervenire la gendermerie per disperdere i manifestanti, che avevano occupato la sede stradale con delle balle di paglia. Uno di loro sarebbe stato fermato dalle forze dell’ordine. Non si riesce bene a capire il motivo della protesta. I corridori, dopo alcuni minuti di caos, si sono accodati all’auto del direttore di corsa, Christian Prudhomme, quindi hanno ripreso il cammino liberamente dopo esserci ricompattati. Secondo notizie giunte dalla corsa i poliziotti hanno usato anche gas lacrimogeni per disperdere i facinorosi.

— Leggi su www.repubblica.it/sport/2018/07/24/foto/ciclismo_tour_gara_sospesa_contadini_protesta-202543110/1/