Archivi del giorno: 5 giugno 2014

Immagine

La corruzione ………………………..


10435701_747071565330883_3327115811841854339_n[1]

Cellino vende il Cagliari…..


Da eurosport: Cellino vende il Cagliari…..

è stato firmato l’accordo preliminare con l’amministratore delegato della Fluorisid  Tommaso Giulini, per una cifra di 45 milioni. Cellino che già ha comprato la squadra inglese del LEEDS lascia dopo 22 anni la Sardegna.

Perciò niente americani. Tommaso Giulini Amministratore delegato della Flurisid, società chimica sarda fondata nel 1969. Tommaso e stato anche ex componente del Cda dell’Inter, ha superato la concorrenza rappresentata da Luca Silvestrone, emissario della cordata statunitense.

Il patron del Cagliari è profondamente deluso dal comportamento del gruppo statunitense che l’aveva contattato per l’acquisizione del club. “Cercateli su Chi l’ha visto” ironizza, dopo l’incontro con Luca Silvestrone e Dan Meis a Miami non ne ho più avuto notizie . 

FLUORSID – Storia

La Fluorsid S.p.A. fu costituita nel 1969 in Sardegna dal Conte Carlo Enrico Giulini con lo scopo, mediante la produzione di fluoroderivati inorganici, di utilizzare le materie prime locali, principalmente la fluorite della Mineraria Silius, conferendone valore aggiunto.

In oltre 40 anni di attività, Fluorsid ha progressivamente potenziato la propria capacità produttiva ed acquisito il ruolo di leadership mondiale nel proprio settore, presidiando i più importanti mercati internazionali.

Le tappe principali del suo sviluppo sono state:

1972, inizio della produzione di criolite sintetica e di fluoruro di alluminio con processo a umido;

1988, start-up del primo reattore a letto fluido per la produzione di fluoruro di alluminio;

2002, realizzazione dell’impianto di produzione di acido solforico, vapore ed energia elettrica;

2008, il sito produttivo è integrato con il quarto reattore, a 2 letti fluidi, per la produzione di fluoruro di alluminio;

2012, realizzazione del quinto reattore per la produzione di fluoruro, anch’esso a doppio letto fluido, e del raddoppio dell’impianto di produzione di acido solforico, vapore ed energia elettrica.