Archivi del mese: luglio 2014

Tlc: rapporto Ue, Italia ancora lenta su banda larga


Tlc: rapporto Ue, Italia ancora lenta su banda larga

Fonte:ansa    <!– –>

29868071[1]

(ANSA) – BRUXELLES, 27 LUG – L’Italia ha fatto “qualche progresso” sulla banda larga, ma avanza ad un ritmo inferiore a quello europeo. Male anche su ricavi e investimenti, in calo nel periodo 2010-2012, mentre va meglio nella diffusione della banda larga mobile, superiore alla media Ue. E’ quanto emerge dal rapporto sul mercato tlc della Commissione Ue. In particolare, si spiega, “le penetrazioni della banda larga fissa tradizionale e di nuova generazione sono ancora molto al di sotto della media Ue”.

FIGC, bufera su Tavecchio


Figc, bufera su Tavecchio.

La gaffe: “C’è chi
mangiava banane e ora gioca titolare”

Fone: http://www.leggo.it/

Il presidente della Lega Dilettanti, candidato alla presidenza Figc, durante l’assemblea della sua organizzazione ha dichiarato che, tra i calciatori extracomunitari, c’è anche chi nel paese d’origine «mangiava banane». Tavecchio ha successivamente precisato il senso delle sue parole: «Mi dispiace se ho offeso qualcuno ma io mi riferivo al curriculum dei giocatori». 

Le considerazioni affidate da Abodi al social network alimentano un dibattito animato dalle domande di tifosi e appassionati. «Attenzione. Una frase inaccettabile non fa di una persona un razzista. La demagogia non è una buona medicina», dice il presidente della Lega di Serie B che, come Serie A e Lega Pro, appoggia la candidatura di Tavecchio. «La verità è che siamo tutti responsabili di questo clima nel quale c’è bisogno di un nemico da giudicare, da giustiziare. Siamo tutti maestri, educatori e giudici, soprattutto quando ci riferiamo agli altri. Mi auguro tanta intransigenza anche nell’autocritica», aggiunge Abodi in altri messaggi

Nibali trionfa al Tour de France


Nibali trionfa al Tour de France, che la festa cominci

Tour de France 2014 21th stage

Angelomario Moratti consigliere di Lega Serie A


Angelomario Moratti consigliere di Lega Serie A

Fonte: sito ufficiale “www.inter.it
Dopo l’esperienza di Massimo Moratti del 2006, il vicepresidente dell’Inter entra nel consiglio di Lega Serie A
ANGELOMAURO_MORATTI

MILANO – Nel segno di Moratti. Dopo il 2006, quando il presidente Massimo Moratti era stato scelto con 14 voti, oggi tocca ad Angelomario diventare consigliere di Lega. Insieme al vicepresidente dell’Inter ci saranno anche Mario Cognigni, Andrea Agnelli, Luca Campedelli e Maurizio Zamparini. Questo è ciò che è emerso al termine della seduta di giovedì 24 dell’assemblea di Lega Serie A.

Inter, nuove maglie


Nuovo logo

inter1[1]

Thohir cambia il logo-simbolo dell’Inter (chissà cosa ne penseranno i tifosi) da cui sparisce la stella, che rimarrà solo sulla maglia. Il nuovo look sarà adottato dalla prima squadra, fino al settore giovanile nerazzurro.

Non c’è più la stella che attestava la conquista di almeno 10 scudetti: “La stella è stata riportata al suo significato di segnalazione di scudetti vinti e rimane obbligatoria solo sulla maglia“, si legge in una nota del club

Prima Maglia 2014/2015

Prima maglia

prima maglia 2]

 La nuova prima maglia per la stagione 2014/2015: le maglie sono realizzate da Nike e sono piuttosto originali. Invece delle tradizionali strisce verticali nere e azzurre, infatti, la maglia è nera con righe verticali azzurre.

Maglia da trasferta

tresf

 3

L’Inter e la Nike, hanno presentato la maglia da trasferta della squadra di Mazzarri per la prossima stagione. Una maglia dove dominano i toni del bianco con un chiaro richiamo alla città di Milano con la croce di San Giorgio. Tutti in bianco anche i pantaloncini ed i calzettoni

tresf2

Particolare non indiferente

 

Nasce la pay tv europea, BSkyB compra Sky Italia e Germania


Nasce la pay tv europea, BSkyB compra Sky Italia e Germania

Fonte: http://notizie.uno/notizie/nasce-la-pay-tv-europea-bskyb-compra-sky-italia-e-germania

Sky

 

Londra, 25 lug. – Nasce Sky Europe: il network satellitare britannico BskyB ha rilevato Sky Italia e Sky Deutschland dalla 21st Century Fox di Rupert Murdoch per 4,9 miliardi di sterline (pari a 6,2 miliardi di euro) complessivi. BskyB, che e’ a sua volta controllata dalla 21st Century Fox con una quota del 39%, paghera’ la somma in contanti, obbligazioni e un collocamento di azioni pari al 10% del suo capitale attuale. Nei dettagli, la societa’ sborsera’ 2,45 miliardi di sterline per il 100% di Sky Italia e…

Fonte: http://economia.ilmessaggero.it/flashnews/murdoch-sky-europa-time-warner/815691.shtml

È in gran parte un affare in famiglia. I due canali satellitari in vendita appartengono alla Fox di Rupert Murdoch, il quale a sua volta è proprietario di minoranza (39,1%) della stessa emittente inglese. Il magnate australiano aveva tentato tre anni fa di raggruppare Sky Europa nelle sue mani, ma l’affare era naufragato in seguito allo scandalo delle intercettazioni che ha investito il suo gruppo New Corp. Questa volta è Murdoch a vendere, per una valore presunto di circa 10 miliardi di dollari, con la rete italiana valutata tra i 4 e i 6,8 miliardi. In Italia la BSkyB rileverà l’intero pacchetto azionario esistente; in Germania invece l’acquisto sarà limitato alla quota del 57%. Murdoch ha incassato l’approvazione dell’antitrust tedesco per salire sopra il 30%, e ha detto di non avere intenzione di offrire un premium per rilevare il resto delle azioni. Il sogno della riunificazione della pay tv europea ha sofferto per i ritardi con i quali è arrivato a compimento.

 

 

Internet Explorer, vulnerabilità ………………


Internet Explorer, vulnerabilità raddoppiate in un anno: è il programma più hackerato del 2014

Fonte: http://web20.excite.it/internet-explorer-vulnerabilita-raddoppiate-in-un-anno-e-il-programma-piu-hackerato-del-2014-N151620.html

Se Java è stato il bersaglio più gettonato dagli hacker nel 2013, quest’anno il triste primato va a un browser, Internet Explorer il programma che, secondo il report di Bromium Labs, è il più vulnerabile al momento e che, nel futuro, potrebbe ancora essere nel mirino dei pirati informatici.

internet-explorer-progrmma-hackerato-default[1]

E Redmond come risponde? Microsoft, dal canto suo, non può che reagire in maniera attiva a tutti questi problemi agendo su un doppio fronte: se da un lato sta cercando di migliorare l’architettura generale del programma, dall’altro continua a rilasciare patch. E ne sta distribuendo davvero molte: solo nei sei primi mesi queste sono state molte di più rispetto a quelle, totali, dei dieci anni precedenti, numero destinato, ovviamente, a crescere. Ma i pericoli non arrivano solo dalla struttura del browser, ma, sopratutto, dai componenti esterni.