La Var inascoltata – Serie A, 22ª giornata: la domenica nera di Var e arbitri


è scoppiata la rivolta degli arbitri contro altri arbitri

articolo di Mario Sconcerti: http://www.corriere.it/sport/18_gennaio_29/var-inascoltatae-scoppiata-rivoltadegli-arbitricontro-altri-arbitri-b1265252-046d-11e8-a380-b73a51b76dad.shtml

I continui errori evidenziano un problema: non è la tecnologia che infastidisce ma l’interpretazione del gioco in una gara di vanità.

C’è una piccola rivoluzione che riguarda la Var. Gli arbitri non gradiscono. In questi mesi si è parlato troppo di Var e poco di loro. Errore nostro perché le tante Var continuano a essere gli arbitri. Sono loro che guardano e decidono.

Non è vero che è nuova tecnologia, quella è inappellabile, come il gol non gol. La Var è semplice televisione, fotogramma per fotogramma. La Var esprime, non giudica. Continuano a giudicare gli arbitri, solo che lo fanno riguardando come vogliono l’azione. Per molti mesi il gioco ha funzionato. Credo anche che funzionerà in eterno finché non arriverà una nanotecnologia dell’area di rigore. continua a leggere

Serie A, 22ª giornata: la domenica nera di Var e arbitri

articolo: http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/29-01-2018/serie-a-22-giornata-domenica-nera-var-arbitri-2401240925411.shtml

Tolto gol regolare al Crotone, dato uno irregolare al Milan. Callejon: il rigore è quasi un regalo. Koulibaly mani sospette. Follia di Belec: calcione a Niang. Ma c’è anche una Var che funziona: giusto il rosso a Samir e il gol di Obi

Il gol (di gomito) di Cutrone alla Lazio.

Mamma, mi sono perso alla Var. L’ultima domenica di gennaio porta nuvole nere e tempesta sul cielo degli arbitri, l’esatto contrario del meteo reale che ha regalato una giornata primaverile in quasi tutti gli stadi. La cosa che più lascia attoniti è stato per una volta il flop della tecnologia: doveva essere un paracadute, ma a Crotone e a Milano non si è aperto. E se a San Siro Irrati è stato vittima del fuoco amico con l’immagine del gol irregolare di Cutrone non vista per tempo da Rocchi e Di Liberatore, ancora più incomprensibile quello che è accaduto a Crotone dove Tagliavento ha tolto una rete buona ai calabresi dopo aver guardato il replay. Non solo, sulla bilancia finisce pure la gestione “particolare” di Napoli, con Mazzoleni che ha fischiato un rigore molto generoso (eufemismo) su Callejon dopo aver in precedenza giudicato involontario un mani dubbio in area di Koulibaly sul tiro di Palacio. Interpretazione che ci può anche stare, ma non è accettabile aver ignorato una direttiva dello stesso Rizzoli (“Vanno rivisti i tocchi sospetti di mani in area”) data giusto due settimane fa nella riunione con gli allenatori di Serie A. per entrare nei dettagli premi qui ” continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...