Archivi del giorno: 20 gennaio 2018

Tom Petty morto per overdose accidentale


Immagine correlata

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2018/01/20/-tom-petty-morto-per-overdose-accidentale-_d3cce77a-7b0b-4c1c-9a06-1eb14c43aab5.html

Il musicista Tom Petty, deceduto lo scorso ottobre, e’ morto per una overdose accidentale. Lo ha riferito la famiglia di Petty, citando le autorita’ sanitarie. 

Dana e Adria Petty, moglie e figlia di Tom Petty, in un comunicato hanno diffuso i risultati dell’autopsia condotta dal medico legale e che conferma l’overdose di medicinali. Si precisa inoltre che il musicista 66enne soffriva di enfisema, aveva un’anca fratturata e problemi alle ginocchia, ma cio’ non lo aveva fermato dal concludere il suo ultimo tour, pochi giorni prima del decesso il 2 ottobre scorso.

05/05/2017 – Tom Petty  -West Palm Beach, Florida – Perfect Vodka Amphitheater

Tom Petty & The Heartbreakers – Rockpalast 1977

19 gennaio 1943 – Janis Joplin avrebbe compiuto 75 anni


Risultati immagini per Janis Joplin

Janis Lyn Joplin (Port Arthur, 19 gennaio 1943 – Los Angeles, 4 ottobre 1970) è stata una cantante statunitense.

19 gennaio 1943 – Janis Joplin avrebbe compiuto  75 anni

Divenne nota verso la fine degli anni sessanta come cantante del gruppo Big Brother and the Holding Company, e successivamente per i suoi lavori da solista. La sua carriera continuò fino alla morte per overdose all’età di 27 anni. La rivista statunitense Rolling Stone la pone al 46º posto della lista dei 100 artisti più importanti della storia[3] e al 28º della classifica del 2008 dei 100 cantanti più importanti di tutti i tempi[4].

Riconosciuta e ricordata per l’intensità delle sue interpretazioni, nel 1995 è stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame e nel 2005 è stata insignita del Grammy Award alla carriera

Janis Joplin – Piece Of My Heart (Live In Germany) – 1968

La morte – 

Il 4 ottobre 1970 Janis Joplin fu trovata morta nella stanza di un Hotel di Los Angeles a Hollywood: l’esame autoptico ipotizzò una morte accidentale causata da overdose di eroina. Fu trovata 18 ore dopo il decesso con il viso riverso sul pavimento, con fuoriuscite di sangue, ormai coagulato, dal naso e dalla bocca; il corpo era incuneato fra il comodino e il letto, e da ciò si deduce la mancanza di qualsiasi riflesso teso a evitare l’ostacolo. La ricostruzione della dinamica del decesso permise al suo impresario, Albert Grossman, di riscuotere centomila dollari derivanti da un’assicurazione sulla vita, e negli anni successivi il manager si impegnò a lungo riguardo all’eredità a favore della famiglia Joplin. Il corpo dell’artista fu cremato al Westwood Village Memorial Park Cemetery, e le sue ceneri furono sparse nell’oceano Pacifico.

Janis Joplin – Cry Baby (Live)

Janis Joplin ~ Live in Frankfurt, Germany

Info da:  https://it.wikipedia.org/wiki/Janis_Joplin

Album in studio 

Big Brother and the Holding Company

Album da Solista

Album dal vivo

Raccolte