Archivi categoria: CRONACA

Coppa Italia, tensioni tra tifosi e forze dell’ordine


Roma, finale di Coppa Italia Lazio-Atalanta: tensione tra tifosi e forze dell'ordine

Tensioni nei pressi dello stadio Olimpico di Roma tra tifosi e forze dell’ordine prima della finale di Coppa Italia che vedrà in campo Lazio e Atalanta.

articolo e Video: https://video.repubblica.it/edizione/roma/coppa-italia-tensioni-tra-tifosi-e-forze-dell-ordine/334582/335183

Roma, finale di Coppa Italia Lazio-Atalanta: tensione tra tifosi e forze dell’ordine

articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/15/news/roma_finale_di_coppa_italia_lazio-atalanta_tensione_tra_tifosi_e_forze_dell_ordine-226363571/

I tifosi, secondo quanto si apprende, avevano i volti travisati e – dopo aver lanciato oggetti contro le forze di polizia – hanno incendiato una macchina della polizia municipale nei pressi di Ponte Milvio. A quel punto è partita una carica di alleggerimento da parte della polizia, che ha risposto anche con gli idranti.

Sardegna – Acqua: Cna, scarsa qualità e dispersione


articolo: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2019/05/15/acqua-cna-scarsa-qualita-e-dispersione_e1c3d642-ed94-4e0f-87cb-fb2bf29a2bf9.html

“Scarsa qualità dell’acqua erogata, livelli di dispersione idrica da record e spese di manutenzione tra le più alte d’Italia”. E’ la fotografia del servizio idrico regionale secondo il dossier della Cna Sardegna. A spiccare è soprattutto il severo giudizio degli utenti sardi: nel 2018 oltre il 38% delle famiglie sarde si è infatti dichiarata “molto insoddisfatta del servizio idrico fornito da Abbanoa, il dato più negativo tra tutte le regioni italiane e pari ad oltre il doppio della media nazionale (14,6%)”.  Principale fattore penalizzante è rappresentato proprio dalla qualità dell’acqua erogata (odore, sapore e limpidezza), giudicata insoddisfacente dal 43,7% degli utenti intervistati dall’Istat.

Inoltre, evidenzia Cna, secondo i dati dell’ultimo Censimento delle acque (Istat 2015) la Sardegna risulta la seconda regione italiana per dispersione idrica con il 55,6% dell’acqua immessa in rete che non giunge all’erogazione, valore inferiore solo a quello della Basilicata (56,3%). “Il dato è in gran parte da imputare ad una rete di distribuzione idrica ormai obsoleta e, in alcuni casi addirittura fatiscente, come risulta per le province di Sassari, Oristano e Nuoro dove la dispersione arriva a superare il 60%“. Le cause della dispersione idrica – evidenzia la Cna Sardegna – possono essere molteplici: oltre che dalle perdite presenti nelle condutture obsolete o dagli sfiori di serbatoi difettosi, non è da escludere l’esistenza di grandi quantità di acqua destinata ad usi pubblici che non viene contabilizzata o l’esistenza di consistenti furti e prelievi abusivi”.

Eppure – sottolinea l’associazione – analizzando la spesa per la manutenzione delle reti idriche nell’ultimo decennio (2008-2018) sia in termini assoluti che in rapporto alla popolazione emerge che, con una spesa in manutenzione ordinaria di 223 euro per abitante, la Sardegna detiene il primato assoluto tra tutte le regioni italiane. Il dossier esamina anche la situazione del sistema degli invasi: al 30 aprile 2019 sono presenti 1,5 miliardi di metri cubi d’acqua, pari all’88.4% della capacità complessiva autorizzata, in lieve aumento rispetto al 31 marzo (8 mln in più).

LA REPLICA DI ABBANOA –   continua a leggere

Maltempo, Romagna in ginocchio


Maltempo, Romagna in ginocchio, Savio e Montone rompono gli argini: interrotta linea ferroviaria tra Bologna e Rimini. Secchia e Panaro in piena

articolo: https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/05/13/news/secchia_e_panaro_in_piena_zone_evacuate_e_scuole_chiuse-226141789/?ref=RHPPLF-BH-I226160125-C8-P8-S1.8-T1

BOLOGNA  – Il maltempo a maggio non dà tregua. Allagamenti ed esondazioni dei fiumi stanno creando gravi problemi in Romagna, in particolare nel Cesenate dove due persone sono state tratte in salvo. E forti disagi sono segnalati, con frane e piene dei corsi d’acqua nel Bolognese e nel Modenese. Case evacuate, scuole chiuse e l’allerta rosso prolungato fino a martedì quando la pioggia si fermerà ma i fiumi potrebbero ancora esondare.

Campagne allagate a causa dell’esondazione del fiume Savio (immagini dall’alto dei Vigili del Fuoco)

{}

Il fiume Savio ha rotto gli argini in più punti, diversi ponti a Cesena sono stati chiusi al traffico. La circolazione sulla rete ferroviaria Rimini -Bologna, tra Cesena e Forlì, è stata interrotta dalle 7.50 di questa mattina fino alle 19: la piena ha quasi sommerso un viadotto della linea. La circolazione dei treni riprende gradualmente e si prevede che domattina la situazione, salvo imprevisti nella notte, torni alla normalità. continua a leggere

Cesena, piena del fiume Savio: estesi allagamenti. Ruspe e camion sommersi, video drone

Adunata degli alpini a Milano


Adunata degli alpini a Milano: l’Inno di Mameli per l’alzabandiera

Hanno invaso la città in cinquecentomila, per l’Adunata del centenario. Gli alpini hanno scelto Milano per festeggiare il centesimo anno della loro associazione fondata proprio qui nel 1919.

Gli alpini invadono Milano per il loro centenario

Sarno ricorda le 137 vittime della frana


Il 5 maggio 1998 due milioni di mq di fango travolsero la citta’

Immagine correlata

articolo: https://stream24.ilsole24ore.com/video/notizie/sarno-ricorda-137-vittime-frana/ABe9ZUuB

L’alluvione di Sarno e Quindici, o frana di Sarno, è stato un movimento franoso di vaste dimensioni che, tra il 5 ed il 6 maggio 1998, colpì, in particolare, le aree urbane campane di Sarno (SA), Quindici (AV), Siano(SA), Bracigliano (SA) e San Felice a Cancello (CE), causando la morte di 160 persone. Di queste, 137 rimasero uccise nella sola Sarno, la cui frazione di Episcopio fu l’area maggiormente colpita, 11 nel comune di Quindici, in particolare nella frazione di Casamanzi e 5 nel comune di Siano (Sa).

A seguito di questi avvenimenti la Prefettura di Napoli decise di attivare una rete di monitoraggio ambientale, realizzata e installata da una società del settore, per garantire un controllo delle piogge e dei loro effetti sull’evoluzione della frana.

Risultati immagini per L'alluvione di Sarno

Alluvione Sarno – 05/05/1998

Pubblicato il 15 ott 2015

Sarno: Per non dimenticare, la notte buia di Sarno

pubblicato il  04 Maggio 2018

Maltempo in Lombardia… 05 maggio 2019


Maltempo in Lombardia, un disperso nel fiume a Mantova, danni per vento e grandine da Milano al Garda

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/05/05/news/maltempo_milano_lombardia_grandine_pioggia_danni-225507128/

Il maltempo colpisce la Lombardia, con un colpo di coda dell’inverno che, tra temperature in calo e schiarite provvisorie, dovrebbe durare tutta la settimana. Fiato sospeso a Mantova: cinque persone sono finite con la loro auto nel Mincio nei pressi di Pozzolo nel Mantovano.
Quattro sono state salvate, mentre una – un ragazzo di 24 anni di origini romene – risulta dispersa. Sul posto sono al lavoro i sommozzatori dei vigili del fuoco, oltre ad un elicottero, per le ricerche. I cinque sono residenti a Valeggio sul Mincio, nel veronese. Erano lì per pescare, nonostante le condizioni del tempo fossero proibitive, con pioggia e vento forte. I cinque hanno così deciso di ripararsi in auto. Il conducente si è distratto e non si è accorto che l’auto non aveva la marcia innestata. Così la vettura, lentamente, è scivolata nelle acque del Mincio. Le grida di aiuto sono state sentite da altri pescatori  che hanno tratto in salvo quattro persone, mentre la quinta risulta al momento dispersa.

https://video.repubblica.it/cronaca/maltempo-il-drone-sulle-dolomiti-la-neve-di-maggio-sulle-piste-da-sci/333625/334226?video

E sempre a Mantova il treno per Milano delle 8.40, appena partito dalla stazione, ha urtato un albero caduto sui binari per il maltempo. Fortunatamente passeggeri e macchinisti non hanno riportato conseguenze. Il convoglio è stato fermato per le verifiche tecniche del caso e i passeggeri sono stati trasferiti, con disagi e ritardi, su un altro convoglio.

Maltempo, bufera di vento sul Lago di Garda

“Le raffiche di vento continueranno ancora per alcune ore. Si consiglia di rimanere a casa e di uscire solo in caso di stretta necessità”. Così il Municipio di Lonato (Brescia) colpito insieme a Desenzano del Garda dalla tempesta che si è abbattuta sul Garda. Anche la Polizia locale di Desenzano ha chiesto ai bresciani di evitare di raggiungere la zona del lago. Per motivi di sicurezza, il Comune di Lonato ha disposto la chiusura della strada al Lido di Lonato mentre in centro è stata chiusa la strada che porta al palazzetto scoperchiato dal vento. Alle 17 la Giunta comunale e la Protezione Civile faranno un controllo della situazione complessiva e una valutazione sullo stato e sull’agibilità dei plessi scolastici. A Padenghe, inoltre, la Gardesana è stata chiusa in direzione Salò per alcuni rami pericolanti. A Desenzano la passeggiata a lago è stata divelta dalle onde spinta da raffiche di vento oltre i cento chilometri orari. continua a leggere

{}

Grandine su Milano 

Milano Sud – Tempesta e Forte Grandinata notturna

Allerta Ministero su Escherichia Coli


Allerta Ministero su Escherichia Coli in formaggi francesi a latte crudo. In Francia 13 intossicati

articolo: https://www.quotidianosanita.it/cronache/articolo.php?articolo_id=73636

Si tratta dei prodotti Saint Felicien (confezioni da 180 g) e Saint Marcellin (confezioni da 80 g). Al momento le autorità francesi avrebbero segnalato 13 casi di sindrome emolitica uremica riconducibile al consumo di formaggi francesi a latte crudo dovuti al batterio.

03 MAG – Il Ministero della Salute segnala che le autorità francesi, attraverso il sistema europeo di allerta rapido alimentare (RASFF), hanno comunicato l’insorgenza di 13 casi di sindrome emolitica uremica riconducibile al consumo di formaggi francesi a latte crudo dovuti ad un’infezione da Escherichia coli.
 
I formaggi coinvolti provengono dallo stabilimento con numero di riconoscimento FR 26 281 001 CE.
 
Le altre informazioni sono di seguito riportate:
 
Denominazione dei prodotti: SAINT FELICIEN (confezioni da 180 g) e SAINT MARCELLIN (confezioni da 80 g)
 
Lotti: tutti I lotti da l 032 a l 116
 
Marchi commerciali: FROMAGERIE ALPINE, CARREFOUR, REFLET DE FRANCE, LECLERC, LIDL, AUCHAN, ROCHAMBEAU, PRINCE DES BOIS, SONNAILLES ET PREALPIN
 
Il Ministero della salute ha già provveduto ad allertare gli assessorati regionali alla sanità affinché verifichino il rispetto delle procedure previste.

Ministero della salute: 

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_3_5_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=avvisi&tipo=richiami&id=521

Ministero Salute – Pubblicazione richiamo: 

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_PubblicazioneRichiami_521_azione_itemAzione0_files_itemFiles0_fileAzione.pdf

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Giorgio Perlasca

un pò di tutto e di più..................

PGT e VAS di Cesano Boscone

Costruiamo insieme il futuro della nostra città!

In my viewfinder

Photography, Art, Italian photographer, Massimo S. Volonté Fotografo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: