Archivi del mese: settembre 2018

Pd, 70mila alla manifestazione a Roma.


I militanti: “Vogliamo unità”. Martina: “A noi piacciono le piazze non i balconi”

Immagine correlata

“Unità! unità!”. Davanti a circa 70 mila militanti – secondo gli organizzatori – il Pd prova a ripartire. Lo fa con la manifestazione contro il governo in piazza del Popolo a Roma, dove oltre alle bandiere di partito sventolano anche i vessilli dell’Unione europea. Mentre a Milano scende in piazza un’altra fetta dell’opposizione.

“Serve un nuovo Pd per una nuova sinistra”, ha spiegato il segretario Maurizio Martina, che in un discorso appassionato dal palco ha citato Corbyn e Bauman. Dalla piazza si è levato più volte il coro: “Unità! unità!”

Ronaldo accusato di stupro, la replica su Instagram:


Ronaldo accusato di stupro, la replica su Instagram: «Fake news, lei vuole farsi pubblicità»

Il campione della Juve parla in una diretta Instagram delle accuse che gli sono state rivolte da Kathryn Mayorga per una presunta aggressione sessuale del 2009.

fonte: https://video.corriere.it/ronaldo-accusato-stupro-replica-instagram-fake-news-lei-vuole-farsi-pubblicita/92d3df1c-c480-11e8-a181-ae01ca7df8b0

‘Starway to heaven’ torna in tribunale per plagio,


‘Starway to heaven’ torna in tribunale per plagio, il processo del 2016 da rifare

Una corte federale di Los Angeles, composta da tre giudici della nona corte d’appello, ha riscontrato delle irregolarità nel processo del 2016, che è dunque da rifare. Insomma Stairway to Heaven dei Led Zeppelin è copiata oppure no? Si riparte con il processo che si era chiuso due anni fa con l’assoluzione di Robert Plant e Jimmy Page. continua a leggere

Clamoroso in casa Juve: si è dimesso Beppe Marotta! I dettagli


Articolo:www.calcionews24.com/clamoroso-juve-dimissioni-beppe-marotta/amp/

Dimissioni Marotta: clamorosa decisione dell’amministratore delegato bianconero, che rimette il proprio mandato nelle mani della Juve. I dettagli

La Juventus vola in campionato grazie alle vittoria per 3 a 1 in casa contro il Napoli ma nonostante gli eccellenti risultati fino ad ora raggiunti dalla squadra di Allegri qualcosa sta comunque per cambiare nelle alte sfere del club. Beppe Marotta ha rinunciato al ruolo di amministratore delegato. Il dirigente bianconero comunque ha confermato che manterrà la carica di direttore tecnico in virtù del doppio contratto in essere con il club di corso Galileo Ferraris. «La società stanno attuando una politica di rinnovamento e nella lista consiglio non comparirà il mio nome. Rimarrò direttore generale nell’area sport. Sono stati otto anni molto belli coronati da tanti successi e la Juventus rimarrà sempre nel mio cuore. Avremo modo e tempo per affrontare al meglio questa situazione. Smentisco categoricamente che io possa essere tra i candidati alla presidenza della federazione. Le nostre strade si separano, c’è emozione certo, ma riprenderemo il discorso più avanti», ha dichiarato il manager bianconero dopo la vittoria all’Allianz Stadium.

Bacino Padano, lunedì le misure antismog con blocco diesel


articolo: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/inquinamento/2018/09/29/bacino-padano-scattano-lunedi-le-misure-antismog_ad69d815-0c27-4c64-a57f-1cfc342cdd99.html

(ANSA) – “La qualità dell’aria va oltre i confini amministrativi e travalica ogni differenza di colore politico. La salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente sono una priorità delle Regioni del Bacino Padano per un’aria più pulita”. Così, in una nota, gli assessori regionali all’Ambiente di Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte alla vigilia dell’entrata in vigore da lunedì prossimo delle misure antismog concordate a livello di bacino padano con il ministero dell’Ambiente. “Quelle al via il primo ottobre rappresentano già risultati avanzati di questo lavoro di area vasta che vogliamo portare a completo compimento”, ricordano gli assessori, in merito al blocco dei diesel Euro 3 ed Euro 4 nelle regioni in questione. continua a leggere

E’ morto l’ex arbitro Luigi Agnolin


Risultati immagini per luigi agnolin

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/09/29/calcio-e-morto-ex-arbitro-luigi-agnolin_2fc8ec44-ce29-40b7-a2f3-75589a3b53ce.html

È morto oggi l’ex arbitro Luigi Agnolin, tra i più famosi fischietti italiani. Aveva 75 anni. Lo rende noto l’Aia. Arbitro dal 1961, Ha diretto 226 gare in Serie A in cui esordì il 18 marzo 1973 in Fiorentina-Cagliari.
Nominato arbitro internazionale nel 1978, rappresentò l’Italia ai Mondiali dell’86 in Messico e del ’90 in Italia. Diresse la finale della Coppa dei campioni 1988 tra Psv e Benfica, vinta dagli olandesi. Tra il 1990 e il 1992 ha ricoperto il ruolo di Commissario della CAN C, prima di lasciare l’Associazione.
Nel 2006 fu nominato Commissario Straordinario dell’Associazione Italiana Arbitri. Il presidente dell’Aia Marcello Nicchi, insieme ai componenti del Comitato nazionale, al responsabile del Settore Tecnico Arbitrale Alfredo Trentalange ed ai Responsabili degli organi tecnici nazionali, anche a nome dei 33.000 arbitri italiani, hanno espresso alla famiglia di Agnolin profondo cordoglio e vicinanza.

Risultati immagini per luigi agnolin

Facebook denuncia attacco, problemi per 90 milioni account


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2018/09/28/facebook-denuncia-attacco-colpiti-50-milioni-account_bc8e4d95-e252-47fd-b693-4bf993c2cefa.html

Problemi per circa 90 milioni di utenti Facebook dopo l’attacco che in settimana ha colpito la piattaforma del colosso dei social media mettendo a rischio i dati di almeno 50 milioni account. In 90 milioni – ha spiegato l’azienda – nelle ultime ore sono stati infatti costretti a fare log out e a rientrare nel sistema in seguito ad una delle misure di sicurezza che scattano quando c’e’ il rischio di compromissione degli account.La scoperta della falla di sicurezza è stata resa nota dalla societa e spiegata  in un post ufficiale. Anche Mark Zuckerberg è intervenuto sul suo profilo Facebook.
Mark Zuckerberg

17 ore fa

I want to update you on an important security issue we’ve identified. We patched the issue last night and are taking precautionary measures for those who might have been affected. We’re still investigating, but I want to share what we’ve already found:

On Tuesday, we discovered that an attacker exploited a technical vulnerability to steal access tokens that would allow them to log into about 50 million people’s accounts on Facebook.

We do not yet know whether these accounts … Altro…

Traduzione completa: 

Voglio aggiornarla su un importante problema di sicurezza che abbiamo identificato. Abbiamo ricucito la questione ieri sera e stiamo prendendo misure precauzionali per chi potrebbe essere stato colpito. Stiamo ancora indagando, ma voglio condividere ciò che abbiamo già trovato:

Martedì abbiamo scoperto che un aggressore ha sfruttato una vulnerabilità tecnica per rubare i token d’accesso che gli avrebbero permesso di accedere a circa 50 milioni di account delle persone su Facebook.

Non sappiamo ancora se questi conti sono stati impropriamente sfruttati ma stiamo continuando a guardare in questo e si aggiornerà quando impariamo di più.

Abbiamo già preso un certo numero di passaggi per affrontare questo problema:

1. Abbiamo ricucito la vulnerabilità di sicurezza per impedire a questo aggressore o a qualsiasi altro di poter rubare token di accesso aggiuntivi. E abbiamo invalidato i token d’accesso per i conti dei 50 milioni di persone che sono state colpite – causando la loro disconnessione. Queste persone dovranno accedere di nuovo per accedere di nuovo ai loro conti. Abbiamo anche queste persone in un messaggio in cima alla loro sezione notizie su quello che è successo quando si registro.

2. Come misura precauzionale, anche se crediamo di aver risolto la questione, stiamo temporaneamente abbattere la caratteristica che ha avuto la vulnerabilità di sicurezza fino a quando non riusciremo a indagare pienamente e assicurarci che non ci siano altri problemi di sicurezza con essa. La funzione si chiama “vista come” ed è uno strumento per la privacy per farti vedere come il tuo profilo avrebbe guardato ad altre persone.

3. Come misura precauzionale aggiuntiva, stiamo anche registrando tutti quelli che hanno usato la vista come caratteristica da quando è stata introdotta la vulnerabilità. Questo richiederà altri 40 milioni di persone o più per accedere ai loro conti. Al momento non abbiamo nessuna prova che suggerisce che questi conti siano stati compromessi, ma stiamo facendo questo passo come misura precauzionale.

Affrontiamo attacchi costanti da parte di persone che vogliono prendere in mano i conti o rubare informazioni in giro per il mondo. Mentre sono felice che abbiamo trovato questo, sistemato la vulnerabilità, e abbiamo assicurato i conti che potrebbero essere a rischio, la realtà è che dobbiamo continuare a sviluppare nuovi strumenti per evitare che questo accada in primo luogo. Se hai dimenticato la password o stai avendo problemi ad accedere, puoi accedere al tuo account tramite il centro assistenza.

C’ è più dettaglio nel post di guy qui sotto, e ti aggiorneremo come continua la nostra indagine.

https://newsroom.fb.com/news/2018/09/security-update/

September 28, 2018

Security Update

 

Post ufficiale: https://newsroom.fb.com/news/2018/09/security-update/

Traduzione: Traduzione del post Ufficiale  – https://translate.google.it/?hl=it&tab=wT

Aggiornamento di sicurezza
Di Guy Rosen, VP of Product Management

Nel pomeriggio di martedì 25 settembre, il nostro team di ingegneri ha scoperto un problema di sicurezza che interessa quasi 50 milioni di account. Lo prendiamo incredibilmente sul serio e vogliamo far sapere a tutti cosa è successo e l’azione immediata che abbiamo intrapreso per proteggere la sicurezza delle persone.

La nostra indagine è ancora nelle sue fasi iniziali. Ma è chiaro che gli aggressori hanno sfruttato una vulnerabilità nel codice di Facebook che ha avuto un impatto su “Visualizza come”, una funzionalità che consente alle persone di vedere come appare il proprio profilo a qualcun altro. Ciò ha permesso loro di rubare i token di accesso a Facebook che potevano quindi utilizzare per prendere possesso degli account delle persone. I token di accesso sono l’equivalente di chiavi digitali che mantengono le persone che hanno effettuato l’accesso a Facebook in modo che non debbano reinserire la propria password ogni volta che usano l’app.

Ecco l’azione che abbiamo già intrapreso. Innanzitutto, abbiamo risolto la vulnerabilità e le forze dell’ordine informate.

In secondo luogo, abbiamo reimpostato i token di accesso dei quasi 50 milioni di account che sappiamo essere interessati a proteggere la loro sicurezza. Stiamo anche prendendo il provvedimento cautelativo di reimpostare i token di accesso per altri 40 milioni di account che sono stati oggetto di una ricerca “Visualizza come” nell’ultimo anno. Di conseguenza, circa 90 milioni di persone dovranno ora accedere nuovamente a Facebook o a qualsiasi app che utilizza Facebook Login. Dopo aver effettuato l’accesso, le persone riceveranno una notifica nella parte superiore del loro feed di notizie che spiega cosa è successo.

In terzo luogo, disattiviamo temporaneamente la funzione “Visualizza come” mentre eseguiamo un’analisi approfondita della sicurezza.

Questo attacco ha sfruttato la complessa interazione di più problemi nel nostro codice. È derivato da una modifica apportata alla nostra funzione di caricamento dei video a luglio 2017, che ha avuto un impatto su “Visualizza come”. Gli aggressori non solo avevano bisogno di trovare questa vulnerabilità e di usarla per ottenere un token di accesso, ma hanno dovuto fare il pivot da tale account a altri per rubare più gettoni.

Poiché abbiamo appena iniziato le nostre indagini, non è ancora stato determinato se questi account sono stati utilizzati in modo improprio o se sono state ricevute informazioni. Inoltre, non sappiamo chi c’è dietro questi attacchi o dove sono basati. Stiamo lavorando sodo per comprendere meglio questi dettagli e aggiorneremo questo post quando avremo maggiori informazioni o se i fatti cambiano. Inoltre, se troviamo più account interessati, ripristineremo immediatamente i loro token di accesso.

La privacy e la sicurezza delle persone sono incredibilmente importanti e ci dispiace che ciò sia accaduto. Ecco perché abbiamo intrapreso un’azione immediata per proteggere questi account e far sapere agli utenti cosa è successo. Non è necessario che qualcuno cambi la propria password. Ma le persone che hanno problemi ad accedere di nuovo a Facebook, ad esempio perché hanno dimenticato la password, dovrebbero visitare il nostro Centro assistenza. E se qualcuno vuole prendere l’azione precauzionale di uscire da Facebook, dovrebbe visitare la sezione “Sicurezza e accesso” nelle impostazioni. Elenca i luoghi in cui le persone sono registrate su Facebook con l’opzione “one-click” per disconnettersi da tutte.

Aggiornamento il 28 settembre 2018 alle 16:45 PT

Ulteriori dettagli tecnici
Di Pedro Canahuati, VP Engineering, Sicurezza e Privacy

Ecco alcuni dettagli tecnici aggiuntivi sul problema di sicurezza sopra descritto.

All’inizio di questa settimana, abbiamo scoperto che un attore esterno ha attaccato i nostri sistemi e sfruttato una vulnerabilità che ha esposto i token di accesso di Facebook per gli account delle persone in HTML quando abbiamo reso un particolare componente della funzione “Visualizza come”. La vulnerabilità era il risultato dell’interazione di tre bug distinti:

Primo: Visualizza come è una funzione di privacy che consente alle persone di vedere come appare il proprio profilo a qualcun altro. Visualizza come dovrebbe essere un’interfaccia di sola visualizzazione. Tuttavia, per un tipo di compositore (la casella che consente di pubblicare contenuti su Facebook), in particolare la versione che consente alle persone di augurare buon compleanno ai propri amici. Visualizza come erroneamente fornito l’opportunità di pubblicare un video.

Secondo: una nuova versione del nostro video uploader (l’interfaccia che sarebbe stata presentata come risultato del primo bug), introdotta a luglio 2017, ha generato in modo errato un token di accesso con le autorizzazioni dell’app Facebook per dispositivi mobili.

Terzo: quando l’uploader video è apparso come parte di Visualizza come, ha generato il token di accesso non per te come visualizzatore, ma per l’utente che stavi cercando.

È stata la combinazione di questi tre bug a diventare vulnerabilità: quando si utilizzava la funzione Visualizza come per visualizzare il proprio profilo come amico, il codice non rimuoveva il compositore che consente alle persone di augurarsi un buon compleanno; il video uploader genererebbe un token di accesso quando non dovrebbe avere; e quando è stato generato il token di accesso, non era per te, ma per la persona che veniva cercata. Tale token di accesso era quindi disponibile nel codice HTML della pagina, che gli autori di attacchi erano in grado di estrarre e sfruttare per accedere come un altro utente.

Gli aggressori sono quindi stati in grado di passare da quel token di accesso ad altri account, eseguendo le stesse azioni e ottenendo ulteriori token di accesso.

Per proteggere gli account delle persone, abbiamo risolto la vulnerabilità. Abbiamo anche reimpostato i token di accesso dei quasi 50 milioni di account che sappiamo essere interessati e abbiamo anche preso il provvedimento cautelativo di reimpostare i token di accesso per altri 40 milioni di account che sono stati oggetto di un controllo View As nell’ultimo anno . Infine, abbiamo temporaneamente disattivato la funzione Visualizza come mentre eseguiamo un’analisi approfondita della sicurezza.

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Giorgio Perlasca

un pò di tutto e di più..................

PGT e VAS di Cesano Boscone

Costruiamo insieme il futuro della nostra città!

In my viewfinder

Photography, Art, Italian photographer, Massimo S. Volonté Fotografo

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

In the Land of Grey and Pink

Settanta e dintorni...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: