Milano: La storia del Gamba de Legn’


 

Milano: La storia del Gamba de Legn’

Fonte: http://www.mondotram.it/milano-gambadelegn/

gamba1%20icona[1]

Il Gamba in uscita dal deposito di Corso Vercelli

La storia del Gamba de Legn’ (questa sarebbe la corretta ortografia milanese) inizia il 9 settembre 1878, con l’atto di concessione per la costruzione di una tramvia a vapore tra Milano e Magenta, di circa 23 Km di lunghezza, con una diramazione da Sedriano a Càstano Primo. Un anno più tardi venne inaugurato il primo tratto della linea da Milano a Sedriano, cui seguì in breve tempo il completamento del percorso.

La velocità massima del convoglio fu stabilita dal consiglio provinciale di Milano in:

  • 15 km/h in campagna
  • 10 Km/h entro i confini di Milano 
  • 5 km/h in caso di nebbia, traffico o per motivi straordinari di ordine pubblico
  • in caso di nebbia (fenomeno frequentissimo da queste parti – NdR) il convoglio doveva essere preceduto da un uomo a piedi con il fischietto ” che avvertisse del pericolo imminente”

Il prezzo dei biglietti all’inaugurazione del servizio era di 5-7 centesimi di lira per chilometro in prima classe e di 4 centesimi di lira per chilometro in seconda classe.

La cartina tratta da “The Magenta Tram” di G.E. Baddeley con un errore sul nome “Olona” scritto con due “elle”. 

gamba2[1]

…e rimorchi

gamba4[1]

La rete tranviaria di Milano è formata da diciassette linee urbane e ha una lunghezza complessiva di circa 115 km, la maggiore in Italia.

Le vetture tranviarie sono una componente tipica del paesaggio milanese. I tram più caratteristici della rete tranviaria milanese sono le cosiddette “tipo 1928” (serie 1500) costruite fra il 1928 e il 1932 in 502 esemplari e tuttora in circolazione in 163 unità.

Della rete interurbana, che collegava il capoluogo ad alcuni estremi della provincia e ad alcuni vicini capoluoghi, rimane in esercizio la Milano-Limbiate, mentre per la Milano-Seregno, non in esercizio, è prevista una riqualificazione.

Vetture tranviarie urbane

Serie
Numerazione
Costruzione
Radiazione
Rodiggio
Note
Immagine
Edison
1–430, 801–970
1893–1910
circa 1960
Bo’
  Tram Edison Milano.jpg
Sperimentali
972–976
1916–1917
 ?
Bo’
prototipi delle 600
Tram ATM 974.jpeg
600
601–729
1924–1928
1967
Bo’
  ATM 609.JPG
700
700–720
1947–1948
1966
Bo’
ricostruz. di 600
00344-Tram 2 assi 718.jpg
1500
1501
1927
 
Bo’ Bo’
prototipo
ATM 1564.jpg
1502
1928
prototipo
1503–2002
1929–1930
2500
2501, 2503
1948 (1951 entr. in serv.)
1966
Bo’ 2
prototipi ex Roma
Tram ATM 2501.jpeg
3000
3000
1932
1961
Bo’ + – + Bo’
prototipo
Trammilano03.jpg
3001–3023
1932–1934
4000
4000
1935
1962
Bo’ + – + 2′
prototipo
Trammilano01.jpg
4001–4025
1940–1942
4026–4049
1947–1948
4100
4101
1956
1976
Bo’ + – + Bo’
prototipo
 
4102–4108
1960
4500 (I)
4500–4504
1942–1944
1967
Bo’-2′-Bo’
 
 
4500 (II)
4500
1984
 ?
Bo’-2′-Bo’
prototipo
 
4600
4601–4613
1955
 
Bo’-2′-Bo’
  Milano tram 4603 via Procaccini.JPG
4700
4714–4733
1956–1960
 
Bo’-2′-Bo’
 
Tram Milano Iv nov.JPG
4800
4801
1971
2010
Bo’-Bo’-Bo’-Bo’
prototipo
ATM 4821.jpg
4802–4844
1973–1977
4900
4900–4999
1976–1978
 
B-2′-2′-B
 
ATM 4926.jpg
5000
5000
1936
1976
Bo’ Bo’
prototipo
 
5001
1937
prototipo
5002–5061
1938
5100
5101–5137
1947–1951
1986
Bo’ Bo’
  Verde bicolore 02.jpg
5200
5200–5251
1952–1953
1973–1977
Bo’ Bo’
 
ATM 5250.jpeg
5300
5301–5336
1955
1971–1977
Bo’ Bo’
 
Milano tram 5324.jpg
5400
5451–5453
1958
1981
Bo’ Bo’
  Hobby Model Expo 2013 modello ATM 5400.JPG
7000
7001–7026
1999–2002
 
 ?
tipo ADtranz Eurotram
ATM 7021.jpg
7100
7101–7148
2002–2009
 
 ?
tipo AnsaldoBreda Sirio
ATM 7147.jpg
7500
7501–7535
2007–2009
 
 ?
tipo AnsaldoBreda Sirio
ATM 7524.jpg
7600
7601–7633
2008–2009
 
 ?
tipo AnsaldoBreda Sirio
Milano tram serie 7600.jpg

Storia

Un tram a cavalli davanti alla vecchia Ghirlanda del Castello (1885-1890)

Dall’omnibus (1841) all’inaugurazione del servizio urbano (1881

Dopo l’istituzione dei servizi di omnibus nel 1841, la prima linea tranviaria milanese fu la Milano-Monza, inaugurata l’8 luglio 1876 con trazione animale[2]. La linea aveva capolinea fuori Porta Venezia, all’inizio dell’attuale corso Buenos Aires, all’esterno del perimetro urbano. L’anno successivo, il 24 giugno 1877 venne inaugurata una seconda linea, la Milano-Saronno, con capolinea all’Arco della Pace.

Dopo solo pochi mesi, l’amministrazione cittadina acconsentì a posare le rotaie all’interno della cerchia muraria: la linea per Monza venne prolungata pertanto fino in largo San Babila, mentre quella per Saronno, attraverso la piazza d’armi del Castello, fino a via Cusani. Il 6 giugno 1878 venne inaugurata la prima tranvia a vapore, diretta a Vaprio. Il successo della linea rese popolare la trazione a vapore, che si estese sull’esistente linea di Saronno (1878), e sulle nuove linee per Sedriano (1879), Vimercate, Pavia e Lodi (1880), Giussano (1881), ed altre ancora. Queste linee non formavano una rete unitaria, ma risultavano tronconi a sé stanti, addirittura con diversi capolinea, affidati rispettivamente a società differenti.

Le prime tranvie urbane, a trazione animale, vennero inaugurate nel 1881 in occasione dell’Esposizione Nazionale. Le linee avevano andamento radiale, con capolinea centrale in piazza del Duomo, dirette verso le porte cittadine. La rete era gestita dalla Società Anonima degli Omnibus (SAO).

Una risposta a “Milano: La storia del Gamba de Legn’

  1. Sono stato più di due ore su internet, ma non avevo ancora trovato un articolo così interessante.
    Se tutti i blog avessero articoli fatti così bene,
    internet sarebbe decisamente più piacevole da
    leggere. Un sincero saluto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...