Bambina colpisce la maestra in classe: aggressione choc in una scuola elementare


articolo: Bambina colpisce la maestra della scuola elementare: aggressione choc in classe (leggo.it)

L’insegnante è dovuta andare al pronto soccorso e ora si trova a casa in infortunio con una prognosi di diversi giorni

Una bambina di una scuola elementare del Veneziano ha colpito una maestra facendole perdere l’equilibrio e provocandole una lesione al ginocchio, al punto che l’insegnante è dovuta andare al pronto soccorso e ora si trova a casa in infortunio con una prognosi di diversi giorni, con accertamenti per verificare se la lesione abbia interessato i legamenti. L’episodio è successo qualche giorno fa e si inserisce in un contesto difficile di una classe dove da tempo i genitori degli altri bambini si lamentano dei problemi comportamentali manifestati da quest’alunna, nei cui confronti non sono stati assunti provvedimenti dopo l’episodio, che avrebbe improvvisi scatti d’ira e violenza, verbale ma anche fisica: da sputi, spintoni e schiaffi ai compagni alla distruzione di materiale didattico. L’episodio è stato rivelato da Il Gazzettino.

Clima difficile – Le maestre hanno dovuto far sparire tutte le forbici per evitare pericoli. Ci sono state anche – lamenta un gruppo di genitori – ripetute interruzioni delle lezioni, impossibilità di portare avanti il programma. Tanto che i genitori di otto alunni, metà classe, due settimane fa non hanno mandato a scuola i figli per un giorno, per dare loro un po’ di respiro e lanciare l’ennesimo segnale affinché siano adottati provvedimenti da parte della dirigente scolastica, che a loro dire non starebbe gestendo in modo adeguato il problema, nell’interesse degli altri alunni, per i quali è stato persino fornito supporto psicologico, ma anche della stessa bambina.

L’aggressione a scuola: la preside risponde ai genitori – La preside ha risposto ai genitori di aver messo in campo ogni risorsa a disposizione, stravolgendo gli orari di tutte le classi, per assegnare, dove possibile, un insegnante ad hoc a quest’alunna, ma questo “sostegno” interno non può che essere parziale. Dopo le segnalazioni delle altre famiglie si è mosso e ha preso in carico il problema anche il Comune: l’assessore all’Istruzione ha incontrato la dirigente scolastica e le ha prospettato un progetto di affiancamento scolastico domiciliare della bambina, ma i suoi genitori non lo hanno accettato. Gli altri papà e mamme sono decisi a denunciare il caso all’ufficio scolastico regionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...