Archivi del giorno: 6 novembre 2018

Doping, Magnini e Santucci squalificati per 4 anni


Il Tribunale antidoping ha dimezzato la richiesta di sospensione per gli ex velocisti ma confermato l’impianto accusatorio fermandoli per tentato uso di doping. Trenta anni al nutrizionista Porcellini. L’ex campione: “Sentenza ridicola, scritta prima del processo. Mi sento come Ronaldo”

articolo: https://www.gazzetta.it/Sport-Vari/06-11-2018/doping-magnini-santucci-squalificati-4-anni-310200273450.shtml

Dimezzata la richiesta (otto anni) di squalifica da parte della Procura antidoping, ma oggi a Roma la prima sezione del Tribunale antidoping di Nado Italia (Tna), presieduto da Adele Rando, ha inflitto però a Filippo Magnini quattro anni ed altrettanti all’altro velocista Michele Santucci per uso o tentato uso di doping (la norma 2.2 del codice Wada). Il bicampione del mondo dei 100 sl di Montreal e Melbourne paga la frequentazione col nutrizionista Guido Porcellini, a sua volta squalificato 30 anni e a processo penale a Pesaro. Magnini aveva professato la sua innocenza poggiandosi anche sul fatto che il tribunale penale aveva archiviato ogni sua responsabilità. Ma la Procura sportiva è stata inflessibile e il solo sospetto viene punito. Adesso Magnini e Santucci potranno ricorrere in appello, ed in ultima istanza al Tribunale sportivo (Tas) di Losanna. Dal processo di alcune settimane fa, Magnini era uscito più ottimista: “Ho raccontato semplicemente la verità e ora sono tranquillo. Che sono totalmente estraneo ai fatti”. La sentenza era stata rinviata ad oggi. Magnini si è ritirato un anno fa. Nel corso della sua carriera non è mai risultato positivo. continua a leggere

Filippo Magnin

Risultati immagini per Magnini

Michele Santucci 

Guccini in duetto con Vecchioni: una “canzone d’autore” ispirata ad Alex Zanardi


Guccini in duetto con Vecchioni: una "canzone d'autore" ispirata ad Alex Zanardi

foto di Andrea Alfonso Tedeschi 

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/11/06/news/roberto_vecchioni_francesco_guccini-210899896/

Francesco Guccini torna a cantare. Dopo sette anni di silenzio la sua voce arriva nel nuovo singolo di Roberto Vecchioni, Ti insegnerò a volare. “Ho fatto una fatica immensa a tirare fuori quell’orso dalla sua tana dopo sette anni che non cantava” ha ammesso il cantautore milanese presentando il suo nuovo disco, L’infinito, anticipato dal videoclip del brano, in anteprima su Repubblica.it. Vecchioni ha poi ricordato il suo primo incontro con Guccini, a Sanremo: “Vidi questo uomo immenso e irsuto; disse che aveva sentito qualche mia canzone, ‘quella in cui si parla di uno stadio e di una partita di calcio’; gli risposi che anche io ne avevo ascoltata una sua, quella di un ‘trenino che si va a schiantare'”. Il riferimento è chiaramente a Luci a San Siroe a La locomotiva. continua a leggere

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/-95r8Bhv9B3cyoKRhsZNbLGu1wM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/d561cb90-adfa-46ff-a078-132e850c01dd.jpg

L’album sarà presentato venerdì 9 novembre alle 18.30 alla Feltrinelli di Piazza Piemonte e domenica 11 novembre alle ore 17.00 allaFeltrinelli di via Appia Nuova a Roma.

Tracklist:

  • 1. Una notte, un viaggiatore – 5’31”
  • 2. Formidabili quegli anni – 4’0
  • 3. Ti insegnerò a volare (Alex) – 4’34”
  • 4. Giulio – 4’30”
  • 5. L’infinito – 5’36”
  • 6. Vai, ragazzo – 4’03”
  • 7. Ogni canzone d’amore – 4’33”
  • 8. Com’è lunga la notte – 3’07”
  • 9. Ma tu – 4’18”
  • 10. Cappuccio rosso – 4’56”
  • 11. Canzone del perdono – 3’05” (non presente nel Vinile)
  • 12. Parola – 4’11”

Da Sarno a Palermo: 20 anni di alluvioni


Risultati immagini per Da Sarno a Palermo: 20 anni di alluvioni

Diverse centinaia di morti, complice il dissesto idrogeologico

Video: http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2018/11/05/da-sarno-a-palermo-20-anni-di-alluvioni_ad3531ba-723d-4795-85f8-4935e2f42bd1.html

articolo: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/da-sarno-a-palermo-vent-anni-di-catastrofi-tra-alluvioni-e-frane_3172977-201802a.shtml

Quella di Casteldaccia, nel Palermitano, dove 9 persone sono morte in una villa sommersa dall’acqua e dal fango del fiume Milicia, è solo l’ultima di una serie di tragedie che sempre più spesso colpiscono l’Italia. La causa è il maltempo, i cui effetti sono però amplificati da un dissesto idrogeologico che rende il territorio più fragile. Ecco quali sono state le principali catastrofi begli ultimi 20 anni. continua a leggere

Alluvioni e frane, i precedenti più catastrofici

  • 5 maggio 1998 – Interi quartieri cancellati da tonnellate di fango, una marea nera che ha travolto case e persone scendendo a valle dalla montagna sotto l’azione della pioggia: un incubo che a Sarno provoca 137 morti (oltre ad altre 11 vittime nella vicina Quindici e 5 a Siano). .
  • 9 settembre 2000 – Tre giorni consecutivi di pioggia martellano la Calabria, e il campeggio “Le Giare” di Soverato si trasforma improvvisamente in un fiume in piena che travolge tutto: 13 i morti.
  • 1 ottobre 2009 – Il dissesto idrogeologico e le forti piogge provocano in provincia di Messina gigantesche colate di detriti che travolgono abitazioni e automobilisti tra Giampilieri superiore e Scaletta Zanclea. 28 i morti.
  • 4 novembre 2011 – Disastrosa alluvione a Genova a seguito di un’eccezionale precipitazione in alcuni quartieri del levante della città in Val Bisagno. I morti sono 6.
  • 18 novembre 2013 – 20 ore di precipitazioni devastano la Sardegna nord orientale. Ponti crollati, campagne allagate e una vera e propria tempesta si abbatte su Olbia. Le vittime sono 18.
  • 25 ottobre 2011 – Una delle peggiori alluvioni della storia della Liguria si abbatte sulle Cinque Terre. Vernazza è invasa da un fiume di fango e danni gravissimi si registrano anche a Monterosso. Le vittime sono 13. I danni sono calcolati in centinaia di milioni di euro.
  • 2 agosto 2014 – Un impressionante nubifragio colpisce la valle del torrente Lierza (Treviso) che straripa investendo un centinaio di persone riunite nono lontano per una manifestazione locale. I morti sono 4.
  • 18 gennaio 2017 – Una slavina di dimensioni gigantesche si stacca dalle pendici del Gran Sasso e si incanala in un canalone in località Farindola dove è stato costruito l’hotel Rigopiano che viene sepolto da metri e metri di neve. I morti sono 29.
  • 9/10 settembre 2017 – Il preavviso della Protezione civile e la diffusione di un’allerta arancione non bastano ad evitare l’alluvione che, complice un territorio compromesso da una carente manutenzione, colpisce Livorno e provoca la morte di 9 persone.
  • 20 agosto 2018 – Nove escursionisti ed una guida muoiono dopo essere stati sorpresi da un violento temporale e dalla conseguente ondata di piena delle gole del torrente Raganello, in provincia di Cosenza.

 

 

 

 

 

Crolli a Marsiglia: trovato un cadavere, dispersa un’italiana


Risultati immagini per Crolli a Marsiglia:

L’edificio è crollato verso le nove di lunedì mattina (©Reuters)

articolo: http://www.askanews.it/video/2018/11/06/crolli-a-marsiglia-trovato-un-cadavere-dispersa-unitaliana-20181106_video_11314989/

Parigi (askanews) – Sotto le macerie delle due palazzine crollate a Marsiglia potrebbe esserci anche un’italiana che dal momento dell’incidente risulta dispersa. A dare l’allarme è stato un giovane barista della zona che conosce bene la ragazza di Taranto. Le autorità francesi hanno annunciato che i soccorritori hanno trovato il corpo della prima vittima sotto le macerie. Secondo il ministero dell’Interno, il disastro potrebbe aver provocato “tra le cinque e le otto vittime”.

I vigili del fuoco e i poliziotti proseguono lo sgombero delle macerie dei due edifici, alla ricerca degli altri dispersi.

Intanto si inizia a indagare sulle cause del disastro, secondo un’ipotesi avanzata dal comune, l’incidente potrebbe essere dovuto alle forti piogge che si sono abbattute su Marsiglia negli ultimi giorni, ma la polemica è aperta sullo stato di manutenzione degli immobili.

Immagine correlata

Crollo a Marsiglia, ‘anche una ragazza italiana tra i dispersi’

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2018/11/05/marsiglia-crollano-due-palazzi-nel-centro-della-citta_7179000b-b118-4ed6-9e64-1c4cd19084d8.html

C’è preoccupazione per le sorti di una giovane di 30 anni di Taranto, Simona Carpignano, che da circa sei mesi si era trasferita a Marsiglia per trovare un lavoro e che viveva in uno dei palazzi crollati nel centro di Marsiglia a rue d’Aubagne. La giovane aveva raggiunto un suo caro amico che in quella città aveva trovato una occupazione. continua a leggere

Marsiglia: crollano due vecchi edifici in centro

euronews (in Italiano)

Pubblicato il 5 nov 2018

ISCRIVITI 104.375
Due edifici fatiscenti di un quartiere popolare del centro di Marsiglia sono crollati, vicino a Le Vieux Port e La Canebière

JazzMi, un primo weekend record: setteconcerti sold out tra venerdì e domenica


articolo: https://video.corriere.it/jazzmi-primo-weekend-record-sei-concerti-sold-out-venerdi-domenica/fd1f007c-e0d7-11e8-b7b1-47f8050d055b

Affluenza record per gli eventi della rassegna musicale diretta da Luciano Linzi e Titti Santini – di Fabrizio Cenci (JazzMi) /Corriere Tv

Apre col botto la terza edizione di JazzMi, la rassegna musicale con oltre 150 eventi e più di 500 artisti, in programma dal primo al 13 novembre a Milano. Sono andati esauriti i concerti dell’Art ensemble of Chicago, di Enrico Rava, Kamaal Williams, James Senese, di Istanbul Session + Dj Gruff, NuGuinea e Colin Stetson. Ma in generale hanno riscosso successi tutti gli eventi in programma, sia quelli «sperimentali» in location disseminate per la città, sia nella sede consueta per il jazz a Milano del Blue Note. Si ricomincia stasera con i concerti di Nic Cester, The Apricot Tree e Désirée Niero Quartet.

Per eventi ecc. premere il Link: :  http://jazzmi.it/

Facebook:  https://www.facebook.com/jazzmimilano/

4 h

La prima domenica di #JAZZMI è stata indimenticabile, ma da domani si ricomincia a girare la città e a dover scegliere: vi aspettiamo da Jason MoranSteve Kuhn Trio o da John Zorn & Bill Laswell?

Nel frattempo potete scorrere qui sotto un breve racconto fotografico di quel che è successo ieri da FAI – Villa Necchi Campiglio e Heracles Gymnasium, da Triennale Teatro dell’Arte al Conservatorio Musica Verdi Milano. Foto di Federica Cicuttini, Erika Ghezzi, Marta Valpiana, Max Pescio

L'immagine può contenere: una o più persone, folla e spazio al chiuso

Empoli, Andreazzoli esonerato: in pole c’è Iachini


Immagine correlata

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/empoli/2018/11/05/news/empoli_andreazzoli_verso_l_esonero_in_pole_c_e_iachini-210860568/

EMPOLI – Aurelio Andreazzoli paga con l’esonero la crisi di risultati che va avanti da agosto, quando alla prima giornata arrivò l’unica vittoria dell’Empoli in questo campionato, contro il Cagliari. Da quel momento in poi la squadra toscana ha inanellato una striscia di 7 sconfitte e 3 pareggi, con il paradosso di collezionare elogi per il gioco espresso ma senza raccoglierne i frutti. Fatale per il tecnico di Massa è stato il pesantissimo 5-1 subito al San Paolo dal Napoli: il tecnico su cui l’Empoli dovrebbe puntare adesso per evitare la retrocessione sarebbe Giuseppe Iachini, che lo scorso anno fu protagonista della salvezza con il Sassuolo. continua a leggere

Comunicato ufficiale: 

Risultati immagini per Andreazzoli

Link: https://www.empolicalcio.net/Comunicato-ufficiale-6.htm

L´Empoli FC rende noto di aver sollevato dall´incarico di responsabile tecnico della Prima Squadra Aurelio Andreazzoli ed i suoi collaboratori Giacomo Lazzini e Andrea Aliboni.
A mister Andreazzoli, protagonista con i nostri colori della splendida cavalcata che nella stagione passata ha permesso al club di tornare a calcare il palcoscenico della massima serie, vanno i più sentiti e sinceri ringraziamenti per il lavoro svolto. 
Al contempo Empoli FC augura al tecnico ed ai suoi collaboratori le migliori fortune per il futuro sportivo e professionale.