Archivi del giorno: 13 marzo 2018

Wanted tour di Zucchero – a sorpresa sale sul palco…..


Checco Zalone canta ‘Angela’ per i fan di Bari

articolo completo: https://video.repubblica.it/edizione/bari/checco-zalone-ruba-la-scena-a-zucchero-e-canta-angela-per-i-fan-di-bari/299541/300167?ref=RHPPBT-BS-I0-C4-P4-S1.4-T1

Una grande sorpresa durante la data barese del Wanted tour di Zucchero. Sul palco del Palaflorio, insieme al cantautore, per qualche minuto è salito Checco Zalone che ha imbracciato la chitarra e ha intonato il suo brano ‘Angela’, reso famoso dal suo primo film Cado dalle nubi. “Forse Zucchero non lo sa, ma non mi sono mai esibito gratis. 

Patron del Paok con arma in campo


Irruzione sul terreno di gioco di Ivan Savvidis dopo che la sua squadra aveva subito un gol contestato dall’Aek di Atene

Risultati immagini per Patron del Paok con arma in campo

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/03/12/patron-con-arma-in-campo-stop-campionato-greco_27a772f2-8ff4-4791-aaa0-202ae37eb8ca.html

Il campionato di calcio greco è stato sospeso all’indomani della vicenda del patron della squadra del Paok di Salonicco, Ivan Savvidis, sceso in campo con una pistola dopo che la sua squadra aveva subito un gol contestato al novantesimo dall’Aek di Atene. Ad annunciare lo stop, il ministro dello Sport greco.

Presidente do PAOK de Salónica armado em campo – Presidente del PAOK di Salonicco armato in campo

euronews (em português)

 Pubblicato il 12 mar 2018

Ivan Savvidis possui licença de uso e porte de arma. Não é procurado por entrar armado no relvado mas por violação de lei desportiva… LEIA MAIS : http://pt.euronews.com/2018/03/12/pre…

Traduzione: Ivan Savvidis ha una licenza per usare e portare un’arma. Non è ricercato per essere entrato in campo ma per violazione della legge sportiva .

Morto a Napoli Luigi Necco


Risultati immagini per luigi necco

Luigi Necco (Napoli, 8 maggio 1934 – Napoli, 13 marzo 2018) è stato un giornalista, telecronista sportivo e scrittore italiano.

Muore all’ospedale Cardarelli di Napoli il 13 marzo 2018, a 83 anni, per una grave insufficienza respiratoria.

29 novembre 1981 – L’attentato – Nell’ottobre del 1980, Antonio Sibilia, presidente dell’Avellino, si reca accompagnato dall’allora calciatore brasiliano Juary a una delle tante udienze del processo che vede imputato Raffaele Cutolo, capo incontrastato della Nuova Camorra Organizzata. Durante una pausa saluta il boss con tre baci sulla guancia e gli consegna, tramite Juary, una medaglia d’oro con dedica («A Raffaele Cutolo dall’Avellino calcio»). Giustificherà il suo omaggio con queste parole:

« Cutolo è un supertifoso dell’Avellino; il dono della medaglia non è una mia iniziativa, è una decisione adottata dal consiglio di amministrazione »

L’intera vicenda suscita l’interesse giornalistico di Necco, che ne parlerà a 90º minuto. Il 29 novembre 1981 il giornalista viene gambizzato in un ristorante di Avellino per mano di tre uomini inviati da Vincenzo Casillo, detto ‘O Nirone, luogotenente di Cutolo fuori dal carcere

Addio al grande Luigi Necco

Non solo calcio…: Le denunce mediatiche di Città di Partenope – Luigi Necco, L’Emigrante