Archivi del giorno: 10 marzo 2018

MONDO DEL CALCIO SOTTO SHOCK


muore nel sonno Thomas Rodriguez, calciatore di 19 anni del Tours

articolo: http://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2018/03/09/news/francia_calciatore_di_19_anni_del_tours_muore_nel_sonno-190871955/

Giocava nel club della Ligue 2 transalpina, è scomparso nella notte tra giovedì e venerdì. Rinviata la partita con il Valenciennes. Una tragedia che segue di pochi giorni quella del capitano della Fiorentina Davide Astori.

La morte di Rodriguez è avvenuta nella notte tra giovedì e venerdì, per cause ancora da accertare. Per questo motivo la Lega francese ha deciso di rinviare la partita tra Tours e Valenciennes in programma questa sera. Un minuto di silenzio sarà osservato negli altri match del weekend di Ligue 1 e Ligue 2.

Il giovane centrocampista è stato trovato senza vita nel suo letto dal suo compagno di stanza, che ha allertato il guardiano notturno del club. Sul caso è stata aperta un’inchiesta giudiziaria. L’autopsia sul corpo del giovane calciatore, per determinare l’esatta causa della morte, sarà eseguita all’inizio della prossima settimana.

Doping, positivo Joao Pedro del Cagliari


Test dopo gara con Sassuolo e col Chievo. sospeso da Nado Italia.

Risultati immagini per Joao Pedro

articolo completo:  http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2018/03/09/doping-positivo-joao-pedro-del-cagliari_70678121-427a-490c-bf15-9a8b19c36d53.html

Torna il doping in Serie A: il brasiliano del Cagliari Joao Pedro è infatti risultato positivo all’idroclorotiazide (un diuretico) ai test effettuati da Nado Italia subito dopo la partita con il Sassuolo dell’11 febbraio scorso. Il giocatore, al quale è stata appena comunicata la notizia della positività, è stato sospeso dal tribunale nazionale antidoping di Nado Italia. Joao Pedro è risultato positivo al test antidoping per idroclorotiazide anche in un’altra partita, oltre a Sassuolo-Cagliari dell’11 febbraio scorso: il calciatore brasiliano ha infatti fallito il controllo dopo la gara esterna col Chievo del 17 febbraio. Joao Pedro, che è già stato sospeso nella prima mattinata da Nado Italia ed al quale è stata notificata pochi minuti fa anche la seconda positività, rischia ora una sanzione fino a due anni di squalifica.

Con Joao Pedro sono due i calciatori del massimo campionato italiano finiti quest’anno nelle maglie dell’antidoping. Nel settembre scorso infatti fu trovato positivo il capitano del Benevento Fabio Lucioni. Nel suo caso la sostanza risultata alle analisi è l’anabolizzante clostebol, mentre in quello in Joao Pedro è stato l’idroclorotiazide, classificato come diuretico. “Ho assunto il farmaco in buonafede, su indicazione del medico del Benevento” si difese il capitano del club sannita, ma il tribunale nazionale antidoping di Nado Italia a metà gennaio lo ha squalificato per un anno, mentre 4 anni di squalifica sono stati inflitti al medico del Benevento Walter Giorgione.

Al momento nessuna reazione da parte del club che evidentemente sta ancora cercando di capire che cosa sia successo. Nella storia del Cagliari è la prima volta che a un giocatore rossoblù viene contestato il doping. 

Risultati immagini per De Vrij

De Vrij non si presenta alla Procura Antidoping Nado Italia – Stefan de Vrij non si è presentato alla procura antidoping di Nado Italia dove era stato convocato oggi per fornire chiarimenti. Al suo posto si sono presentati due medici della Lazio, ma la procura, guidata da Pierfilippo Laviani, ha riferito loro che il chiarimento deve essere dello stesso giocatore. L’avvocato del giocatore, attualmente in Olanda, ha chiesto un rinvio che è stato accolto dalla procura. Stando a quanto riferisce il club, de Vrij dovrebbe chiarire riguardo a questioni legate ad un controllo antidoping della partita di campionato Lazio-Verona del 19 febbraio scorso. In attesa di sviluppi, dal punto di vista di Nado Italia l’olandese è regolarmente convocabile per la partita con il Cagliari di domenica.