Archivi del giorno: 9 marzo 2017

#inter109


Inter, 109 anni di storia: «Mai retrocessi e nostro l'unico Triplete»

Lottiamo con coraggio per ciò in cui crediamo a testa alta, e il nostro cuore batte forte. Noi siamo i nerazzurri

Fonte: http://www.inter.it/it/news/79471/inter109

MILANO – La nostra è una storia diversa dalle altre. È la storia di un club con valori profondi stabiliti più di cento anni fa e che continuano a guidarci ancora oggi. Ogni giorno.

Siamo nati dalla visione di intellettuali, studenti, stranieri e artisti riuniti al ristorante l’Orologio di Milano. Condividevano un’idea moderna e innovativa per quel tempo: che Milano meritasse un palcoscenico internazionale, e una squadra internazionale.

E così il 9 marzo 1908 nacque l’F.C. Internazionale Milano. Una squadra che abbraccia la diversità, in cui tutti i giocatori si riconoscono sotto un’unica bandiera: quella del talento.

In 109 anni di storia l’Inter è l’unica squadra italiana ad aver conquistato il Triplete e a non essere mai retrocessa. Da oltre un secolo i nostri valori – Unità, Integrità, e Passione – guidano ogni nostra azione e ci fanno riconoscere agli occhi del mondo.

Giochiamo con unità – dalla nostra nascita abbiamo schierato giocatori di più di 47 nazionalità diverse e abbiamo tifosi appassionati in tutto il mondo. Siamo senza dubbio una famiglia del mondo che vince unita.

Agiamo con integrità – onestà e correttezza ci guidano. Non conta solo vincere, ma soprattutto come si vince.

Giochiamo con passione – con un sentimento profondo che alimenta la nostra anima indomita. I nostri valori nascono da un forte credo che ci ispira e scorre nelle nostre vene. Noi siamo davvero fratelli del mondo.

Lottiamo con coraggio per ciò in cui crediamo a testa alta, e il nostro cuore batte forte. Noi siamo i nerazzurri.

Inter, 109 anni di storia: «Mai retrocessi e nostro l'unico Triplete»

IL CORDOGLIO DELL’INTER PER LA SCOMPARSA DI GIANCARLO ANDREOLI

Al difensore nerazzurro e alla sua famiglia l’abbraccio della Società e di tutti i tifosi

08/03/2017 – 13:23

MILANO – È scomparso Giancarlo Andreolli, papà di Marco. Al difensore nerazzurro e alla sua famiglia va l’abbraccio di F.C. Internazionale e di tutti i tifosi nerazzurri.

Barcellona-Psg 6-1, irreale rimonta all’ultimo assalto.


Fonte articolo: http://www.gazzetta.it/Calcio/Champions-League/08-03-2017/barcellona-psg-6-1-irreale-rimonta-ultimo-assalto-decide-sergi-roberto-1801157959515.shtml?refresh_ce-cp

Remuntada” servita per il Barça dei miracoli. L’impresa epica invocata da Luis Enrique, mai centrata finora nella storia delle coppe europee, è stata incredibilmente firmata grazie a una prestazione monumentale e a un sigillo dell’insospettabile Sergi Roberto in pieno recupero.

In un Camp Nou ardente, trasformato in quella pentola pressione che invocava Luis Enrique, i catalani hanno ribaltato il 4-0 di Parigi contro un Psg irriconoscibile, che si arrende ai catalani per la terza volta negli ultimi cinque anni dopo le eliminazioni nel 2013 e 2015 (entrambe ai quarti). La storica rimonta, avviata da un gol lampo di Suarez e completata grazie a tre reti tra l’87’ e il 94’, vale invece la decima qualificazione consecutiva ai quarti di Champions per un Barça che, evidentemente, non è ancora giunto a fine ciclo come qualcuno malignamente sospettava.

 

Torino, rientra in fabbrica….


Torino, rientra in fabbrica dopo il trapianto di fegato e viene licenziato

Torino, rientra in fabbrica dopo il trapianto di fegato e viene licenziato

Fonte: http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/03/08/news/torino_rientra_in_fabbrica_dopo_il_trapianto_di_fegato_e_viene_licenziato-160070832

Quando è tornato in fabbrica, otto mesi dopo un trapianto di fegato, non ha più trovato il posto di lavoro. Antonio Forchione, 55 anni, operaio della Oerlikon Graziano di Rivoli-Cascine Vica, lunedì ha ricevuto la lettera di licenziamento: “Non posso più svolgere la mia mansione precedente, l’azienda non ha trovato nulla da farmi fare e mi ha mandato via”, spiega l’addetto torinese. I suoi colleghi hanno reagito oggi con uno sciopero di due ore su tutti i turni, proclamato da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil. L’adesione è stata molto alta. Hanno scioperato anche i lavoratori della fabbrica di Luserna San Giovanni, nel Torinese.

La Oerlikon Graziano ha circa 700 dipendenti a Rivoli, oltre 1.500 in Italia. Antonio era uno di loro. Un buon operaio, volenteroso: “Ho sempre fatto i tre turni senza lamentarmi”, racconta. La sua vita è cambiata circa un anno fa, quando i medici gli hanno diagnosticato un brutto male al fegato: “Mi avevano dato sei mesi di vita. Poi ho subìto un trapianto e l’operazione è andata bene”, dice. A gennaio, dopo sei mesi di mutua, avrebbe voluto rientrare, anche se i medici si erano raccomandati di evitare di respirare polveri e fumi vari: “L’azienda mi ha suggerito di mettermi in ferie, così ho smaltito i giorni che avevo a disposizione. Lunedì sono tornato al lavoro, ma mi hanno detto che il posto per me non c’era più. Ma io avrei accettato anche un demansionamento”, spiega l’operaio torinese.

 

Il 9 marzo 1908 – Buon Compleanno


“Questa notte splendida darà i colori al nostro stemma: il nero e l’azzurro sullo sfondo d’oro delle stelle. Si chiamerà Internazionale, perché noi siamo fratelli del mondo.”L'immagine può contenere: sMS

Fonte: https://www.bauscia.it/storia-inter/inter-le-origini-e-il-primo-scudetto-1908-1919/

I 43 soci dissidenti del Milan

Il 9 marzo 1908, in un rinomato ristorante milanese, a pochi minuti dal Duomo, L’Orologio, i quarantatré soci dissidenti provenienti dal Milan si riunirono. Li venne redatto l’atto costitutivo  (scritto a penna sul retro di una lettera) con il quale nasceva la nuova società, a cui seguirà lo storico discorso di Muggiani. Nacque così ufficialmente la società Football Club Internazionale, diretta risposta all’altra società di Milano. A capeggiare questo sparuto gruppo di ‘illuministi del calcio’ c’era un pittore futurista di nome Giorgio Muggiani.

Documento storico fondazione F.C.InternazionaleDocumento storico fondazione F.C.Internazionale

Maglie Inter 1908-1909 versione 1Maglie Inter 1908-1909 versione 1

A Giorgio Muggiani, diventato consigliere, spetta un altro importante incarico: disegnare lo stemma che rappresenterà la squadra milanese. All’epoca i colori rosso e nero, riportati sulla stessa maglia, rappresentavano qualcosa di volgare e troppo acceso. Per contrastare la maglia del Milan venne al mondo la maglia nerazzurra. Giorgio Muggiani prese spunto proprio da quella notte.

Stemma dell'Inter disegnato da MuggianiStemma di Muggiani

La sigla FCIM, con le lettere intrecciate fra di loro in campo oro, delimitato da due cerchi, uno nero e uno azzurro. I colori del cielo e delle stelle. Sulla prima divisa, erano presenti quattro righe nere e quattro azzurre, e curiosamente, anche dopo la prima foto ufficiale, non sarebbe cambiato lo stile, cosa frequente invece per altre squadre.

Il primo campo di gioco interista a Ripa Ticinese

Il primo campo di gioco interista a Ripa Ticinese

Inter Campione d’Europa 2010 – Grande Festa San Siro 6:01 23/05/2010