Evra e i gay nel calcio: «In ogni squadra ce ne sono almeno due. Ma se lo dicono si rovinano»


articolo di Andrea Sereni: https://www.corriere.it/sport/calcio/22_gennaio_12/evra-gay-calcio-in-ogni-squadra-ce-ne-sono-almeno-due-ma-se-dici-sei-finito-44e884aa-73c4-11ec-947d-d1048d2c4770.shtml?fbclid=IwAR1EgIOW2QxnPSD65BAcXKFpx6MyHKNmTy00cc7HI1mRb-zaI6DwpszUmp4

L’ex difensore della Juventus: «Ho sentito compagni dire che gli omosessuali erano contro la religione e andavano cacciati». Da Nainggolan a Hitzlsperger, le altre testimonianze

 Patrice Evra

«In ogni squadra di calcio ci sono almeno due giocatori gay, ma se lo dicono si rovinano». Patrice Evra rompe il silenzio su un tema, l’omosessualità nel mondo del pallone e dello sport in generale, da sempre controverso. E che, ancora oggi, è una sorta di tabù. Lo fa a modo suo, entrando a gamba tesa sull’argomento in un incontro con i lettori del quotidiano Le Parisien per presentare la versione tradotta in francese della sua autobiografia, «I love this game».

L’ex terzino della Juventus, che oggi ha 40 anni e commenta in tv per Prime Video le partite, va dritto al punto: «Nel calcio tutto è chiuso. Se da calciatore dici che sei gay, sei morto. Una volta venne una persona a parlare di omosessualità alla squadra. Certi colleghi dissero che era contro la loro religione e che se c’era un gay in spogliatoio bisognava cacciarlo dal club — aggiunge —. Io ho giocato con gay: loro ne hanno parlato con me, da soli, perché hanno paura di aprirsi pubblicamente. Ce ne sono almeno due per squadra».

Il tema è delicato. L’ex calciatore tedesco Thomas Hitzlsperger, che in Italia ha giocato con la Lazio (sei presenze e un gol nel 2010), ha rivelato pubblicamente la propria omosessualità solo dopo aver appeso le scarpette al chiodo: «Immaginatevi i discorsi in uno spogliatoio, e certe battute. Anche questo ti impedisce di fare coming out, la paura della reazione dei tuoi compagni». La pensa allo stesso modo l’ex Inter Radja Nainggolan: «I calciatori gay non rivelano di esserlo, si vergognano  le sue parole in un’intervista del 2018 —. In questo mondo, se ci fosse veramente qualcuno gay, non si sentirebbe a proprio agio, perché il calcio è noto per le belle donne». continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...