Milan-Lazio, Acerbi attacca Bakayoko “Gesto d’odio, è da deboli”


Il difensore biancoceleste su Instagram ha postato la foto del centrocampista con la sua maglia nel post gara: “Lo scambio delle maglie doveva essere un segno di distensione”. Il milanista: “Volevo solo scherzare, non volevo offendere nessuno, mi scuso con Francesco”. Immobile sui due rossoneri: “Due uomini piccoli”

articolo completo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/13-04-2019/milan-lazio-acerbi-attacca-bakayoko-gesto-d-odio-deboli-330736530840.shtml

Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza“. Francesco Acerbi, su Instagram, risponde ancora una volta a Bakayoko. E stavolta lo fa in maniera piccata. Il riferimento è all’episodio del dopo Milan-Lazio, quando il centrocampista, insieme con Kessie, è andato sotto la curva rossonera per mostrare la maglia di Acerbi in segno di sfottò.

IN SETTIMANA — Tutto era nato sui social in settimana, quando c’erano stati tra i tweet polemici tra lo stesso difensore biancoceleste e il centrocampista rossonero. Acerbi parlando della sfida di questa sera a San Siro aveva dichiarato: “Nei singoli siamo più forti noi“, la risposta di Bakayoko su Twitter era stata praticamente immediata: “Ci vediamo a San Siro“. La controreplica di Acerbi aveva avuto toni distensivi: “Non mi interessano le parole, non volevo mancare di rispetto a nessuno! Il calcio regala queste sfide che si trasformano in emozioni, il calcio è solo un gioco ma è quello più bello del mondo.

Non mi interessano le parole, non volevo mancare di rispetto a nessuno! Il calcio regala queste sfide che si trasformano in emozioni, il calcio è solo un gioco ma è quello più bello del mondo 💪🏻

A SAN SIRO — Dopo la partita di questa sera, Acerbi è andato da Bakayoko per chiarire e chiudere la vicenda proponendo uno scambio di maglie. Il centrocampista rossonero però, dopo aver accettato la casacca del numero 33 della Lazio, è subito andato sotto la curva rossonera mostrando il “bottino“. Un episodio che non è andato giù ad Acerbi, che si è sentito preso in giro.

LA CONTRORISPOSTA DI BAKA E KESSIE — Subito dopo anche Bakayoko ha affidato a Instagram il suo pensiero: “Grande vittoria stasera, il mio è stato solo un gesto scherzoso. È soltanto una partita, non significa non rispettare l’avversario. Mi scuso con il mio amico Francesco Acerbi se si è sentito offeso“. Dopo la mezzanotte anche Kessie ha chiesto scusa: “Le mie scuse più sincere a @francescoacerbi88 Volevo semplicemente scherzare, niente di più. Massimo rispetto per tutti“.

IMMOBILE ENTRA DURO — Intanto, l’attaccante della Lazio Ciro Immobile è entrato a gamba tesa Kessie e Bakayoko, commentando il post di Acerbi su Instagram, senza mezze misure: “Due piccoliuomini” che mostrano la maglia di un campione sia in campo che nella vita…sei un grande Leone non ci pensare”

Una risposta a “Milan-Lazio, Acerbi attacca Bakayoko “Gesto d’odio, è da deboli”

  1. personalmente sto con Acerbi, le scuse di Kessie e Bakayoko spero che siano sincere ma a caldo mi sembrano imposte (spero di sbagliarmi), Gattuso e la società Milan debba prendere provvedimenti e credo anche il giudice sportivo molto dipende cosa hanno scritto la terna arbitrale e se tengono conto delle riprese televisive…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...