Archivi del giorno: 1 giugno 2014

Gli infortuni alla vigilia del Mondiale


L’infortunio di Montolivo nella amichevole di preparazione al mondiale è l’ultimo in ordine di tempo ma vediamo gli infortuni principali della storia azzurra:
 
1962 – Trapattoni, al mondiale infortunato
Trapattoni il mediano del Milan si fa male alla caviglia nell’ultima di campionato , e vede riacutizzarsi il problema nell’ultima amichevole con il Belgio (13 Maggio)
 
1970 – L’Infortunio di Anastasi
Incredibile infortunio di Anastasi, scherzando con il massaggiatore Tresoldi, subisce un pugno al basso ventre . e finisce sotto i ferri per una lesione al testicolo che gli costa il mondiale.
Al suo posto viene chiamato Roberto Boninsegna che diventerà uno degli eroi di MESSICO 70
 
1978  – Le sfortune di Rocca e Roggi
Nell’ottobre 1976 il terzino “Kawasaki” Rocca si rompe il ginocchio contro il Cesana ma va in nazionale per affrontare il Lussemburgo. E al rientro in Italia cedono i legamenti, portandolo al ritiro del calcio giocato a soli 26 anni. 
Roggi si ferma a 25 anni, con l’ultima presenza in nazionale il 5 giugno 1976
 
1982 – il 4 novembre 1981 Roberto Bettega si ruppe i legamenti del ginocchio contro l’Anderlecht. Roberto non recupera in tempo.
15 giorni dopo l’infortunio di Bettega si infortuna Antonioni in uno scontro con il portiere Martina. Si teme per la sua vita, ma rientra in tempo per guidare la Fiorentina alla sfortunata volata scudetto con la Juventus. Rientra nei 22 convocati per la Spagna, ma deve saltare la finale per un altro infortunio.
 
1998 – A febbraio Ciro Ferrara si rompe tibia/perone dopo uno scontro di gioco a Lecce .
Angelo Peruzzi durante il raduno pre-mondiale, si allaccia le scarpe e quando si rialza sente un dolore alla gamba sinistra, stirato il gemello interno e deve rinunciare al mondiale.
 
2000 – il 3 giugno a Oslo nell’ ultima amichevole pre-mondiale Buffon si frattura il terzo netacarpo della mano sinistra. Viene promosso titolare Toldo, che entrarà nella storia per la magica notte di Amsterdam.
 
2002 – Roberto Baggio inizia il campionato con 8 reti in 9 partite ma dopo 2 distorsioni al ginocchio nel mese di Ottobre, a inizio febbraio si rompe il legamento crociato anteriore. Ma Baggio stabilisce un record e dopo 77 giorni è di nuovo in campo, pronto a guidare il Brescia alla salvezza chiudendo la stagione con 11 reti in 12 partite. Ma nonostante che l’italia tifasse per lui Trapattoni gli preferisce Angelo Di Livio per l’ infausta spedizione nippocoreana.
 
2006 – Cristian Vieri passato al Monaco per mettersi in forma in vista del mondiale, si rompe il menisco e rimedia una lesione al legamento esterno del ginocchio sinistro. Un mese prima Francesco Totti si era rotto il terzo medio del perone sinistro. Il capitano della Roma, vola al mondiale disputando solo 55′ in campionato. L’ Italia torna Campione.
 
2008 – il 3 giugno Fabio Cannavaro si rompe due legamenti della caviglia sinistra. Cannavaro rinuncia all’Europeo.
 
2010 – Marcello Lippi torna Ct. e riconferma in toto il blocco del 2006. Ma il logorio dei Campioni in carica si fa sentire, Camoranesi e Pirlo si infortunano in allenamento. Lippi, però, evita di portare la riserva Cossu e li porta entrambi.
Camoranesi gioca 34′ contro il Paraguay e 45′ contro la Nuova Zelanda. Pirlo non va oltre i 34′ contro la Slovacchia. Se si aggiunge i 45′ di  Buffon, il quadro che porta gli Azzurri alla peggior prestazione Mondiale di sempre è completo.
 
2014 – Ultimi in ordine di tempo, lo sfortunato infortunio di Montolivo. Frattura della Tibia sinistra e perciò niente mondiale per Riccardo Montolivo.